Morto presidente Unicef Italia, Francesco Samengo

Calabria
bccf1d3f8f152753088f55ac2f87e794

Ucciso dal Covid. Spirlì: ci lascia l'"angelo dei bambini"

(ANSA) - CATANZARO, 10 NOV - E' morto a Roma il presidente dell'Unicef Italia Francesco Samengo, ucciso dal Covid. A darne notizia è la stessa Unicef. Era ricoverato all'ospedale Spallanzani. "È stato per tutti una guida sicura, un esempio di abnegazione e instancabile costanza, uno sprone a dare sempre il meglio di noi nel perseguire la causa dei diritti dei bambini in Italia e nel mondo. In prima linea nella difesa dei diritti dei bambini e dei giovani in Italia e nel mondo, Francesco Samengo si è sempre distinto per l'enorme sensibilità e la ferma convinzione che realizzare un mondo migliore significhi innanzitutto prendersi cura dei più vulnerabili e indifesi, in particolare i bambini, senza lasciare indietro nessuno. Nei due anni del suo incarico ha guidato l'organizzazione con grande impegno, passione e un'incessante dedizione", scrive l'Unicef.
    Presidente dell'Unicef Italia dal 2018, Samengo è stato volontario UNICEF per oltre venti anni, poi componente del Consiglio Direttivo e dal 2001 Presidente del Comitato Regionale della Calabria per l'Unicef. Nato a Cassano Jonio (CS), viveva da molti anni a Roma.
    Molte le manifestazioni di cordoglio in Calabria, tra queste quella del presidente facente funzioni della Regione.
    Nino Spirlì che ha dichiarato: "Ci lascia l''angelo dei bambini', un uomo che, grazie alla sua passione sociale e politica, al suo impegno solidale e al suo incondizionato amore verso i più fragili e indifesi, entra di diritto nella storia più positiva della Calabria". (ANSA).
   

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.