Gip di Locri conferma divieto di dimora a Riace per Mimmo Lucano

Calabria
@ANSA
bd718e0e8ff354acd85e572fac619a9b

Rigettata istanza di revoca, resta obbligo firma per compagna etiope

Il gip del tribunale di Locri ha confermato il divieto di dimora a Riace per il sindaco sospeso Domenico Lucano. Lo scrive il Quotidiano del Sud.
    Il gip ha confermato il provvedimento cautelare, con il parere favorevole del pubblico ministero - riporta il Quotidiano del Sud - rigettando l'istanza di revoca presentata dai difensori di Lucano. Confermata anche la misura dell'obbligo di firma per Lemelem Tesfahun, la donna etiope considerata la compagna del sindaco sospeso di Riace.
    Mimmo Lucano, artefice del modello di accoglienza e integrazione dei migranti che ha preso il nome dal piccolo comune della Locride, è sospeso dalla carica di sindaco dal 16 ottobre del 2018 e da quella data non può tornare a Riace. In precedenza, nell'ambito dell'inchiesta "Xenia", sulla gestione dei progetti di accoglienza, coordinata dalla Procura della Repubblica di Locri, nei suoi confronti era stata applicata la misura degli arresti domiciliari poi modificata in divieto di dimora dal Tribunale del Riesame di Reggio Calabria.
    Attualmente Lucano risiede a Caulonia marina a pochi chilometri di distanza da Riace. 
   

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.