Festivalmar, un progetto Worldrise per celebrare il mare in città

Ambiente
FESTIVALMAR

Tre giorni tra scienza, arte e cultura in occasione della celebrazione Giornata Mondiale dell'Oceano. Un mare di attività tra laboratori per bambini, workshop per adulti, cinemare, dibattiti e interventi, performance artistiche e molto altro per coinvolgere tutti nella salvaguardia del mare che condividiamo e che ci unisce. Tre giorni dall'8 al 10 giugno sui Navigli di Milano.

 

 

Il Festival

approfondimento

30x30, l'iniziativa Worldrise per salvare i mari italiani

La prima edizione del Festivalmar si terrà presso l’Ex Fornace Gola di Milano (Alzaia Naviglio Pavese, 16, 20143 MI) e punta a coinvolgere i cittadini e, in particolar modo le nuove generazioni, nella scoperta delle meraviglie del mondo marino raccontando le fragilità del nostro Pianeta Blu e proponendo le soluzioni a nostra disposizione per proteggerlo a partire dalle nostre azioni quotidiane. L’obiettivo del Festivalmar è quello di dimostrare l’importanza di lavorare insieme per proteggere il mare. Il Festivalmar è un progetto di Worldrise Onlus, sviluppato nell'ambito della Campagna 30x30 Italia, che ha l'obiettivo di proteggere almeno il 30% dei mari italiani entro il 2030. Vanta il patrocinio di Rappresentanza a Milano della Commissione europea, Ministero della Transizione Ecologica, Comune di Milano, Municipio 6 del Comune di Milano, SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori, Fondazione Cariplo e il supporto di numerosi partner che verranno annunciati nella presentazione ufficiale del Festival e del suo programma, che avverrà a fine maggio. Si parte, dunque, l’8 giugno e l’apertura dei lavori è affidata a un dibattito sulla legge salvamare ospitato dal Ministero della Transizione Ecologica, seguito dal Big SEAty Clean Up, che coinvolgerà centinaia di persone nella pulizia della zona dei navigli, in collaborazione con Adidas.

Il programma

approfondimento

Giornata mondiale degli Oceani, Worldrise Onlus con Sky Italia

Il festival ha pensato proprio a tutto: performance musicali a volume mille e impatto zero con il live set “Earthphonia” di Max Casacci, musicista e fondatore dei Subsonica che accompagnerà il pubblico in una dimensione parallela in cui la musica si connette con la bellezza del Pianeta. Sarà presentato SEATY, un innovativo progetto di Worldrise, che unisce educazione, sensibilizzazione e ricerca scientifica, per proteggere tratti di costa del litorale attraverso l’istituzione di aree di conservazione marina locale. Particolarmente interessanti le testimonianze di Franco Pistono, educatore ambientale, scrittore e musicista, Carmelo Isgrò, Direttore e Fondatore del MuMa Museo del Mare di Milazzo e di Anne De Carbuccia, artista ambientale e Presidente di One Planet One Future, che accompagneranno lo spettatore  in un viaggio di scoperta del Mediterraneo e di speranza per il futuro del mare. Nel corso di tutta la prima giornata di festival inoltre, il graphic & motion designer Davide Pagliardini, realizzerà una performance artistica di live painting dedicata al progetto SEATY.  Il 9 e 10 giugno saranno le giornate dedicate ai laboratori creativi per bambini e workshop per adulti, organizzati da associazioni di tutela ambientale per sensibilizzare e coinvolgere grandi e piccini nella salvaguardia dei mari; dibattiti su temi come quello della pesca illegale, con interventi di esperti e la proiezione del docu-film sul recupero delle reti fantasma “Missione Euridice” di Andrea e Marco Spinelli, e sul coinvolgimento del settore privato nella sensibilizzazione e tutela dell’ambiente. E per finire, un aperitivo accompagnato dall’innovativo formato Marevel, con la partecipazione di numerosi green content creators per affrontare il tema della salvaguardia del mare da diversi punti di vista e l’esposizione della mostra artistica Ars Maris, che attraverso dipinti, sculture, illustrazioni e fotografie, mostrerà meraviglie e fragilità del Pianeta Blu.

 

Ambiente: I più letti