Elettrodomestici, nuova etichetta energetica dall'1 marzo: ecco cosa cambia

Ambiente

Sarà applicata inizialmente a lavastoviglie, lavatrici e lavasciuga, frigoriferi e congelatori, sorgenti luminose, display elettronici. Gli apparecchi torneranno a essere classificati in base a una scala compresa tra A e G, non più tra A+++ e G

Cambiano le etichette energetiche di alcuni elettrodomestici che, a partire dal prossimo 1 marzo, torneranno a essere classificate in base a una scala compresa tra A (massima efficienza) e G (bassa efficienza), in sostituzione dell'attuale classificazione da A+++ a G. Lo rende noto l’Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, spiegando di aver realizzato la guida gratuita "L'etichetta energetica 2021", scaricabile dal web, che mette in luce i cambiamenti di questo documento e informa i consumatori su caratteristiche e consumi di energia di ciascun modello di elettrodomestico immesso sul mercato comunitario.

etichetta energetica 2021
La nuova etichetta energetica (immagine dall'opuscolo dell'Enea)

La guida sulle nuove etichette energetiche

vedi anche

Bonus mobili 2021, cosa cambia con la nuova classe energetica

Realizzata nell'ambito della Ricerca di Sistema finanziata dal Ministero dello Sviluppo Economico, la guida spiega nel dettaglio le etichette energetiche che andranno a caratterizzare gli apparecchi domestici, professionali e commerciali, il loro consumo di energia elettrica e i costi di esercizio associati alle varie classi di efficienza energetica. All'interno, prosegue Enea, sono evidenziati gli elementi per conoscere più da vicino simboli e numeri riportati nelle diverse etichette di prodotto, orientando il consumatore verso scelte più consapevoli.

Quali elettrodomestici sono coinvolti

leggi anche

Elettrodomestici, novità sulla classe energetica: ecco cosa cambia

Le nuove regole, introdotte dalla Commissione europea per semplificare il quadro e per agevolare il confronto tra le prestazioni di alcuni prodotti, saranno inizialmente applicate a cinque categorie di apparecchi domestici (lavastoviglie, lavatrici e lavasciuga, frigoriferi e congelatori, sorgenti luminose, display elettronici) e a una di apparecchi commerciali (apparecchi per la refrigerazione con funzione di vendita diretta). Per tutti gli altri prodotti le etichette esistenti saranno sostituite gradualmente.

Cosa indicano le nuove etichette

vedi anche

Bonus Mobili: spetta anche a chi accede al Sismabonus e al Superbonus

Oltre al consumo di energia elettrica, le etichette forniscono ulteriori informazioni, per una scelta d'acquisto più informata: si va dal consumo d'acqua per ciclo di lavaggio alla capacità di stoccaggio al rumore emesso dall'apparecchio ed altro ancora. Ogni nuova etichetta contiene inoltre un codice QR che rimanda al sito web contenente informazioni aggiuntive sullo specifico modello di prodotto.

Ambiente: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.