Il 31 ottobre è la Giornata mondiale delle città

Ambiente
Una foto di Ekaterinburg, la città della Federazione russa sede principale della Giornata mondiale 2019 (foto: archivio Getty Images)

Istituita dalle Nazioni Unite nel 2014, l'obiettivo dell'evento è promuovere uno sviluppo urbano sostenibile attraverso la cooperazione internazionale tra i vari Paesi coinvolti

Il 31 ottobre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dedicata alle città. L'evento è stato istituito dalle Nazioni Unite nel 2014 con l'obiettivo di promuovere uno sviluppo urbano sostenibile. Il tema generale dell'iniziativa è sintetizzato nello slogan "Better City, Better Life" ovvero "Una città migliore, una vita migliore". Ogni anno questo concetto viene poi declinato nei sottotemi scelti per ciascuna edizione. In questo 2019 il focus è rappresentato dal titolo "Changing the world: innovations and better life for future generations" ("Cambiare il mondo: innovazioni e una vita migliore per le generazioni future"). L'obiettivo è capire come l'urbanizzazione possa essere utilizzata per raggiungere uno sviluppo sostenibile.

I numeri dell'urbanizzazione globale

Secondo i dati più recenti diffusi dalle Nazioni Unite, oltre la metà della popolazione mondiale vive attualmente in città. Il numero degli abitanti urbani sarebbe, inoltre, destinato a toccare il 68% entro il 2050.  Le aree più urbanizzate, stando ai dati aggiornati al 2018, sarebbero il Nord America, con l'82% della popolazione che vive in città, l'America Latina e i Caraibi con l'81% e l’Europa con il 74%. Al contrario, Africa e Asia sono i due continenti che mantengono ancora una popolazione in maggioranza rurale, ospitando, al 2018, quasi il 90% dello popolazione rurale globale. Tuttavia, i due continenti sono anche quelli che hanno un margine di urbanizzazione più veloce. Si stima, ad esempio, che entro il 2050 India, Cina e Nigeria rappresenteranno il 35% della prevista crescita urbana nel mondo. L'India potrebbe raggiungere per il 2050 i 416 milioni di abitanti urbani, la Cina 255 milioni e la Nigeria 189 milioni. In Asia, inoltre, c'è la città più densamente popolata al mondo: si tratta di Tokyo, che possiede un agglomerato urbano di 37 milioni di abitanti, seguita da Delhi in India con 29 milioni e Shanghai con 26 milioni.

Il ruolo delle città nello sviluppo sostenibile

La Giornata mondiale delle città si celebra dal 2014 quando fu istituita dalle Nazioni Unite. La prima edizione si tenne a Shanghai e da allora l'evento ha avuto come obiettivo un'urbanizzazione sostenibile nell'ambito di uno sviluppo rispettoso dell'ambiente e della salute delle persone. La governance delle città è anche un aspetto chiave dell'Agenda per lo sviluppo sostenibile, lanciata nel 2015 e approvata da tutti i 193 stati membri delle Nazioni Unite, che consiste in una serie di obiettivi da raggiungere entro il 2030 e che riguardano, tra le altre cose, lotta alla povertà, alla fame, tutela del pianeta e promozione dell'inclusione sociale.

Gli obiettivi della Giornata internazionale delle città 2019

Le sede scelta per la Giornata mondiale delle città 2019 è Ekaterinburg, la quarta città più grande della Federazione Russa, situata sul fiume Iset, a est dei Monti Urali, a oltre 1500 chilometri a est di Mosca. Centro amministrativo della regione di Sverdlovsk, ha una popolazione di quasi un milione e mezzo di persone. Sulla linea espressa dall'Agenda dello sviluppo sostenibile, sono diversi gli obiettivi fissati anche per questa edizione: ad esempio, aumentare la consapevolezza di come le innovazioni digitali possano essere utilizzate per migliorare la qualità della vita nell'ambiente urbano; o ancora, mostrare come le nuove tecnologie siano in grado di creare città sempre più inclusive, anche a livello sociale.

Ambiente: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24