Cina, autobus a guida autonoma in arrivo nel 2018

Un autobus a guida autonoma (Foto: Archivio LaPresse)
3' di lettura

Nuovi test a Shenzhen per quattro mezzi senza autista. Pechino continua a investire sulle nuove tecnologie legate alla mobilità e l'anno prossimo la società Baidu lancerà il suo servizio di trasporto driverless

La Cina vuole prendere il comando della rivoluzione driverless, intensificando gli investimenti sulla guida autonoma. Cominciano sabato 2 dicembre i test per quattro nuovi autobus senza guidatore a Shenzhen, nel sud del Paese, città conosciuta per la sua alta concentrazione di compagnie hi-tech.

I nuovi test

I quattro autobus, dotati di un nuovo tipo di intelligenza artificiale, sono più piccoli dei mezzi ordinari. Il loro primo percorso di prova sarà di circa un chilometro e 200 metri nella zona di Futian. Durante il tragitto effettueranno anche tre fermate in modo da testare anche la funzionalità al trasporto pubblico, a cui secondo i piani saranno destinati già entro la fine del 2018.

Le caratteristiche tecniche

Gli autobus, sviluppati dal centro nazionale cinese di ingegneria e tecnologia dei trasporti e dalla compagnia dei trasporti pubblici della città di Shenzhen, hanno al momento una velocità progettata che va dai 10 ai 30 chilometri orari. Sono dotati di telecamere, antenna gps e sensori lidar, che li rendono in grado di evitare pedoni, barriere e altri veicoli, oltre a dare loro la possibilità di cambiare corsia per mantenere sempre alto il livello di sicurezza e di fermarsi in luoghi prestabiliti.

Le preoccupazioni sulla sicurezza

Durante i primi viaggi, ci saranno comunque a bordo degli autisti pronti a frenare o intervenire manualmente in caso di emergenza. La presenza di guidatori in carne e ossa dovrebbe scongiurare eventuali rischi legati alla sicurezza ed episodi come quello accaduto poche settimane fa a Las Vegas, quando un mini bus senza pilota è rimasto coinvolto in un incidente dopo appena un'ora dopo il lancio del servizio di Keolis.

Baidu lancia un servizio nel 2018

I nuovi test sono l'ulteriore prova che la Cina è all'avanguardia per quanto riguarda la guida autonoma. Non è un caso che il primo autobus driverless a entrare in funzione, nell'estate del 2015, fosse di produzione cinese. Il veicolo, fabbricato da Yutong, aveva percorso una trentina di chilometri nella città di Zhengzhou. Nel frattempo l'azienda Baidu ha annunciato che entro il prossimo anno lancerà un servizio di autobus senza pilota. Qualche settimana fa, invece, a Zhuzhou è comparso un treno a guida autonoma senza binari. 

Leggi tutto
Prossimo articolo