Facebook ferma bot che comunicavano in modo incomprensibile per l'uomo

Un robot (Getty Images - Foto di repertorio)
2' di lettura

Il gigante tecnologico ha abbandonato un esperimento che vedeva coinvolti due programmi di intelligenza artificiale dopo aver scoperto che avevano creato un idioma che solo loro potevano comprendere

Due robot hanno iniziato a interagire parlando una lingua sconosciuta per gli uomini e comprensibile solo per loro. Sembrerebbe fantascienza e invece è stato il risultato di un esperimento condotto da Facebook. L'azienda tecnologica è stata costretta, infatti, a interrompere dei test che vedevano coinvolti due programmi di intelligenza artificiale dopo aver riscontrato che questi elementi avevano cominciato a comunicare tra loro con un idioma mai sentito prima.

L'esperimento

Le due intelligenze artificiali testate durante l’esperimento sono state programmate dai ricercatori di Facebook allo scopo di realizzare uno scenario ipotetico di collaborazione. Si trattava, in pratica, di scambiarsi alcuni oggetti portando a termine una contrattazione tra loro. Il dialogo è stato inizialmente condotto in inglese, almeno fino a quando i due robot, chiamati Bob e Alice, hanno iniziato a comunicare in una lingua incomprensibile. A quel punto, l’esperimento è stato interrotto anche se le due intelligenze artificiali sembravano continuare a capirsi ed essere in grado di portare avanti la conversazione. La cosa non risultava però più utile in quanto lo scopo dei test era sviluppare un programma in grado di trattare anche con gli esseri umani, ed era quindi fondamentale farlo in un linguaggio determinato. Per questa ragione i bot sono stati riprogrammati con la clausola di un inglese corretto e comprensibile. Probabilmente ciò che è accaduto è che, non essendo stato fissato precedentemente alcun limite particolare in tal senso, le macchine abbiano trovato un modo più efficiente di comunicare tra loro, seppur incomprensibile per l’uomo.  

Tutto nella norma

L’idea che due macchine possano trovare un modo di comunicare autonomo è tra quelle che ha alimentato i timori che da tempo vengono portati avanti da chi prevede un futuro nel quale le intelligenze artificiali possano diventare potenti al punto da rendersi completamente indipendenti dagli esseri umani. In realtà, secondo i ricercatori di Facebook, è piuttosto normale che due bot impegnati a completare un determinato compito trovino percorsi alternativi e più efficienti. Tuttavia, nel caso specifico, il modo di comunicare trovato da Bob e Alice non era compatibile con le finalità del progetto e per questa ragione i test sono stati fermati per modificarne i parametri e ottenere i risultati sperati.

Leggi tutto
Prossimo articolo