Samsung al lavoro su un altoparlante "smart": sfida a Amazon e Google

Samsung è l'ultimo colosso tecnologico a entrare nella partita degli speaker smart (Getty Images)
2' di lettura

Il colosso sudcoreano sarebbe alle prese col progetto del suo speaker intelligente, che dovrebbe avvalersi dell'assistente digitale Bixby, da oltre un anno

Anche Samsung è pronta a entrare nel mercato degli altoparlanti smart "da salotto": a sostenerlo è il Wall Street Journal. A "dare voce" allo speaker domestico della casa sudcoreana dovrebbe essere l'assistente digitale Bixby, in preparazione per il Galaxy S8 per far da contraltare a Siri di Apple e a Cortana di Microsoft.

Progetto in evoluzione

Samsung sarebbe ancora impegnata a definire molte delle caratteristiche del nuovo altoparlante, il cui nome dovrebbe essere "Vega". E anche se l'azienda asiatica entrerà in questo settore con un certo ritardo, è possibile che l'integrazione con gli smartphone giochi a suo favore. Infatti, quelli Samsung restano fra i modelli più diffusi e la via della sinergia fra Galaxy e Vega dovrebbe quindi essere quella privilegiata.

Bixby e gli altri dettagli

L'assistente che dovrebbe "abitare" lo speaker Samsung, comunque, è anch'esso ancora da conoscere nei dettagli: il lancio definitivo di Bixby per Galaxy S8, infatti, è stato rinviato più di una volta. Riguardo alle altre possibili specifiche tecniche di Vega regna ancora il riserbo e poco è trapelato finora, a parte il fatto che la casa coreana sarebbe al lavoro sul progetto da più di un anno. Per il momento si aspetta l'uscita di Bixby, dal cui perfezionamento dipendono anche le funzioni dello smart speaker che verrà.

I concorrenti

Il panorama degli altoparlanti intelligenti sta diventando sempre più ricco. L'ultimo contendente ad aver fatto la sua comparsa è quello di Cupertino: l'Home Pod di Apple, annunciato nel corso dell'ultima Worldwide Developers Conference, si presenta come quello di più alta gamma, almeno a giudicare dal prezzo fissato a 349 dollari. L'Amazon Echo Dot si posiziona invece come il più economico (49 dollari, ma ne esiste anche una versione dotata di schermo), mentre Google Home si colloca in una fascia intermedia (129 dollari). Le funzioni di questi nuovi strumenti dovrebbero aumentare ed evolversi di pari passo con la prevista diffusione nelle abitazioni degli strumenti "smart" dei quali gli speaker potrebbero divenire il centro di controllo.

Leggi tutto
Prossimo articolo