Internet, 1,7 miliardi di persone non connesse nei Paesi più ricchi

Persone connesse a Internet in un bar (Archivio Getty Images)
2' di lettura

Secondo un report della Wireless Broadband Alliance, fra questi soggetti uno su tre vive in grandi centri urbani nelle nazioni con il Pil più alto al mondo

Si pensa spesso che la mancanza di accesso a internet sia una condizione che interessa solo le zone rurali o i Paesi più arretrati. Un rapporto della Wireless Broadband Alliance sovverte questa convinzione. Infatti ben 1,7 miliardi di persone a oggi non ha accesso a Internet, nonostante viva in grandi centri urbani appartenenti alle otto nazioni con il Pil più alto al mondo.

I Paesi con più disconnessi

Al primo posto per numero di "disconnessi" c'è l'India: qui ci sono 853,4 milioni di persone che non dispongono di una connessione alla rete; una cifra che equivale al 68,55% della popolazione americana. Al secondo posto si piazza la Cina (649,4 milioni di persone pari al 47% della popolazione), seguita da Brasile (90,6 milioni di persone, 43%), Stati Uniti (78,4 milioni di persone, 24%), Russia (39,3 milioni di persone, 26%), Giappone (20,2 milioni, 16%), Germania (10,6 milioni di persone, 13%) e Regno Unito (8,3 milioni di persone, 12%). Guardando all'Italia - non inclusa nel rapporto Wba - secondo i dati Istat una famiglia su 3 non ha accesso a internet da casa. Guardando alle metropoli, quelle con il più alto tasso di non connessi sono Nuova Delhi e San Paolo: qui ci sono rispettivamente 5,3 milioni e 4,3 milioni di persone che non dispongono di un collegamento a internet. All'estremo opposto, la metropoli più connessa al mondo è Londra, dove solo il 7% degli abitanti non possiede un accesso al web. Seguono New York con il 19% di "non connessi" e Mosca (17%).

Le cause della mancanza di connessione

Le ragioni all'origine della disconnessione variano. Secondo gli analisti a incidere maggiormente sulla scelta di essere connessi per i newyorkesi è il prezzo delle connessioni: attualmente risultano ancora poco sostenibili. Un altro fattore che pesa nella Grande Mela è anche la qualità dei collegamenti alla rete. A Londra il 7% che non si connette a Internet lo fa perché non ha le necessarie competenze informatiche per navigare, oltre a un basso potere d'acquisto. A Mosca invece i disconnessi sono "vittime" della mancanza di infrastrutture. Fra i maggiori danni prodotti dalla mancanza di connettività c'è la mancanza di miglioramento personale, ma anche le occasioni perse per incrementare i propri risparmi.

Leggi tutto