Il Super Nintendo potrebbe tornare sul mercato in versione mini

Il Super Nintendo Mini dovrebbe arrivare in commercio entro l'anno (Getty Images)
2' di lettura

Dopo il successo del NES Classic Mini, il gruppo giapponese starebbe lavorando a un'altra operazione nostalgia. La prossima console vintage dovrebbe essere in vendita entro Natale

Nintendo ci riprova. L'operazione nostalgia del NES Classic Mini ha funzionato a tal punto che il gruppo giapponese starebbe prendendo in considerazione l'idea di riportare sul mercato un'altra storica console: la SNES, meglio nota come Super Nintendo. A riportarlo è il sito Eurogamer.net, secondo il quale gli sviluppatori sarebbero già al lavoro per far partire le vendite entro la fine dell'anno.

 

La prima edizione nel 1989

Se NES è stata la prima console "casalinga" di Nintendo, il Super Nintendo è stato un degno erede. Lanciato nel 1989, ha venduto quasi 50 milioni di unità. Il joypad arrotondato e gli iconici quattro bottoni colorati (blu, verde, giallo e rosso) sono entrati nella storia dei videogame. Così come i titoli più fortunati, da Super Mario World e Super Mario Kart a Donkey Kong country. Se Nintendo dovesse replicare le scelte fatte con NES, anche la prossima console dovrebbe avere un costo contenuto e non presentare variazioni significative alla grafica e alla giocabilità. Insomma: sarebbe una replica del vecchio dispositivo, anche se in dimensioni più contenute.

 

Bissare il successo del NES

Secondo quanto riferisce Eurogamer, la riedizione della console dovrebbe essere pronta entro il prossimo Natale e seguire la stessa tabella di marcia tenuta dal NES Mini, lanciato a ottobre 2016 per replicare la versione uscita in Europa nel 1986. Ed è proprio il successo di questo dispositivo a rendere attendibile l'indiscrezione. Stando ai piani originari, il NES Mini sarebbe dovuto restare  un'inziativa passeggera: più marketing che prodotto. L'enorme riscontro di pubblico, però, ne ha prolungato la permanenza sugli scaffali, spingendo Nintendo a bloccarne la produzione solo il 19 aprile. Da un lato questo rinvio è stato la spia del successo commerciale, dall'altro la decisione di non confermare il NES per il 2017 apre un nuovo spazio sul mercato videoludico: le versioni vintage, infatti, non incidono sulla vendita delle console più moderne (come la Switch) ma si rivolgono, per prodotto e prezzo, a un pubblico diverso.      

Leggi tutto