Festival di Berlino 2017: i film più attesi. FOTO

Biopic e drammi d’autore, senza dimenticare sequel cult e qualche blockbuster fuori concorso: il programma della Berlinale, in scena dal 9 al 19 febbraio, si annuncia ricco di sorprese. Ecco alcuni dei migliori titoli in cartellone. LA FOTOGALLERY

  • Dal delicato “The other side of hope”, opera di Aki Kaurismaki incentrata sull’incontro tra un uomo e un profugo siriano, alle stelle di “Logan” e “T2:Trainspotting”: ecco alcuni dei film più attesi al Festival del cinema di Berlino 2017 - Ecco come nasce l'Orso d'oro della Berlinale
  • Ad aprire ufficialmente la competizione è il biopic “Django”, diretto da Etienne Comar. Al centro del film, le vicende del leggendario chitarrista jazz Django Reinhardt, interpretato dall’attore francese Reta Kateb (Foto: Roger Arpajou) - Jackie Kennedy & Co.: torna la febbre da biopic a Hollywood
  • In “The dinner”, tratto dal romanzo “La cena” di Herman Koch, Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan e Rebecca Hall sono due coppie di genitori che s’incontrano in un ristorante per discutere dei rispettivi figli, che a 15 anni hanno picchiato e ucciso un senzatetto (Foto: Tesuco Holdings Ltd) - Anche Richard Gere a Milano per la prima lezione del Dalai Lama.
  • Un cast di altissimo anche per il film “The party”, che vede schierati Patricia Clarkson, Bruno Ganz, Cillian Murphy, Kristin Scott Thomas e Timothy Spall. L’opera della regista Sally Potter racconta l’incontro tra alcune persone i cui segreti saranno rivelati in una sorta di gioco al massacro (Foto: Adventure Pictures Limited) - Cillian Murphy nel trailer di "Dunkirk"
  • Tra i ritorni più attesi c’è anche quello del regista finlandese Aki Kaurismaki, autore di “Miracolo a Le Havre”, che presenterà in concorso “The other side of hope”. La pellicola narra dell’incontro tra un ristoratore con la passione per il gioco d’azzardo e un rifugiato siriano (Foto: Sputnik Oy) - A Milena Canonero l'Orso d'Oro alla carriera di Berlino
  • Calin Peter Netzer, già vincitore dell’Orso d’Oro nel 2013 con “Il caso Kerene”, tenterà di ripetere il successo con “Ana mon amour”, storia d’amore di due giovani minata dai problemi psicologici di lei (Foto: Festival del cinema di Berlino) - Il sito ufficiale del Festival
  • Spazio, fuori concorso, per il cinecomic “Logan”, ultimo capitolo della trilogia dedicata all’ X-Men Wolverine. La pellicola segna anche l’addio di Hugh Jackman al personaggio che interpreta da ben 17 anni (Foto: 20th Century Fox) - Wolverine affila gli artigli nel trailer finale di “Logan”
  • Sarà presentato in anteprima alla Berlinale anche “T2: Trainspotting”, sequel della pellicola cult del 1996. Confermato Danny Boyle dietro la macchina da presa così come i quattro protagonisti del film originale, che questa volta non saranno alle prese con la dipendenza da eroina ma con un nuovo business nel mondo del porno (Foto: Sony Pictures Releasing GmbH) - T2: Trainspotting, l'anteprima mondiale a Edimburgo
  • L’attore Stanley Tucci torna dietro la macchina da presa per “Final portrait”, pellicola biografica incentrata sull’amicizia tra il critico americano James Lord e il pittore Alberto Giacometti. Nei panni dei protagonisti Armie Hammer e Geoffrey Rush (Foto: Parisa Taghizadeh) - Le opere di Giacometti tra le più costose della storia
  • Dopo il successo riscosso al Sundance Film Festival, approda nella sezione Panorama del Festival del cinema di Berlino “ Call me by your name” di Luca Guadagnino. L’opera è l’adattamento di un romanzo di André Aciman, e la sceneggiatura è stata curata a quattro mani con il candidato all’Oscar James Ivory. Ambientato nell’estate del 1983 in un’assolata Liguria, il film racconta l’incontro tra un adolescente del posto e uno studente straniero (Foto: Sony Pictures Classics) - i migliori film al Sundance Festival
  • Nella stessa sezione sarà presentato “I am not your negro”, documentario che sarà diretto rivale di “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi ai prossimi Oscar. L’opera è tratta da un libro incompiuto dello scrittore James Baldwin, uno dei più fervidi sostenitori dell’uguaglianza razziale. La voce narrante è quella dell’attore Samuel L. Jackson (Foto: Festival cinema di Berlino) - Fuocoammare in corsa per gli Oscar
  • Piuttosto interessanti anche i titoli scelti per la sezione “Berlinale Special”. In calendario c’é infatti “The queen of Spain” di Fernando Trueba, sequel di “The girl of your dreams”. Nella pellicola Penelope Cruz veste i panni dell’attrice Macarena Granada, chiamata ad interpretare un film sulla regina Isabella (Foto: Gyorgy Stalter ) - Penelope Cruz e gli altri matrimoni segreti tra star
  • Charlie Hunnam e Robert Pattinson sono invece protagonisti di “Lost city of Z”, attesa pellicola tratta dall’omonimo romanzo di David Grann e incentrata sulle vicende di Percy Fawcett, scomparso dopo essersi messo alla ricerca di una misteriosa città perduta nel cuore dell’Amazzonia (Foto: LCOZ HOLDINGS, LLC/Aidan Monaghan) - Robert Pattinson torna vampiro: nostalgia di Twilight?