Le hit dell'estate 2017. Chi vincerà la sfida?

Una scena dal video "Despacito"
Una scena dal video di "Despacito" (Youtube)

Dai successi internazionali di “Despacito” e “Shape of you”  al made in Italy di
“Pamplona”, “Volare” e “Senza pagare”,  ecco i candidati al titolo di tormentone della stagione

Con agosto ormai alle porte, il 2017 può già vantare un discreto numero di “tormentoni estivi”, brani che impazzano nelle radio da giugno a settembre e che non si può fare a meno di canticchiare. Eleggere il "re assoluto", musicalmente parlando, della bella stagione non è impresa facile, ma la redazione di Huffington Post Us ha identificato una serie di titoli che hanno tutte le carte in regole per trasformarsi in una perfetta colonna sonora estiva. In Italia, invece, sono classifiche di vendita e visualizzazioni su Youtube a decretare il successo di Fabio Rovazzi, Fedez e TheGiornalisti.

 

I successi planetari

Parlando di tormentoni estivi, “Despacito” di Luis Fonsi non poteva mancare nella lista elaborata dalla testata online americana. Ballabile e dal ritornello coinvolgente, il brano è da poco diventato il più ascoltato in streaming della storia della musica, e promette di infrangere ancora molti record. Discorso simile per “Shape of you” di Ed Sheeran, che ci accompagna dallo scorso inverno e promette di farlo almeno fino al prossimo autunno. Groove travolgente, invece, per “Slow hands” dell’ex One Direction Niall Horan e per “Passionfruit” di Drake, perfette per una lunga serata in spiaggia.

Le principesse del pop

Non mancano nella lista dell'Huffington Post brani puramente pop. Carly Rae Japsen, già autrice del tormentone “Call me maybe”, ci riprova con “Cut to the feeling”, hit orecchiabile perfetta per lunghe passeggiate fuori città. Nello stesso filone si inserisce “Bad liar” di Selena Gomez, che oltre alla voce suadente della principessina del pop può contare anche su un campionamento di “Psycho killer” dei Talking Heads. I più romantici potrebbero invece preferire “Malibu” di Miley Cyrus, ballad che ha segnato un cambio di rotta piuttosto netto nella carriera della cantante americana, che pare aver abbandonato l’immagine controversa e trasgressiva a cui aveva abituato negli ultimi anni. L’inno alla solidarietà femminile di Hailee Steinfeld, “Most girls” è invece tra i più richiesti nei club e nelle discoteche.

L’unione fa la forza

Per la sua “I’m the one” Dj Khaled ha chiamato a raccolta Justin Bieber, Quavo, Chance The Rapper, Lil Wayne: il risultato è una hit allegra dal ritornello facilmente memorizzabile, capace di catturare con la sua semplicità una platea di ascoltatori molto vasta. Grande successo radiofonico anche per “Stay”, frutto della collaborazione tra il dj e produttore Zedd e l’astro nascente Alessia Cara: un brano fresco e orecchiabile che piace soprattutto ai giovanissimi. Hanno unito le forze anche Calvin Harris, Katy Perry e Pharell: la loro “Feels”, rilasciata solo lo scorso mese, ha già conquistato per il suo beat anni ’70.

Sfida caldissima per i brani made in Italy

In Italia, invece, in testa alle classifiche si piazzano J-Ax e Fedez con “Senza pagare”, che sembra avviata a ripetere il successo di “Vorrei ma non posto” dello scorso anno. Anche il trionfatore dell’estate 2016 con “Andiamo a comandare”, Fabio Rovazzi, ci riprova con una hit contagiosa registrata insieme a Gianni Morandi e intitolata “Volare”: su Youtube, il videoclip del brano conta oltre 60 milioni di visualizzazioni. Ben due cartucce a disposizione dei TheGiornalisti: tra le hit più richieste del momento ci sono sia “Pamplona”, realizzata con Fabri Fibra, che “Riccione”. Orecchiabili e destinate a spopolare in spiaggia anche “Voglio ballare con te” di Baby K ft Andrés Dvicio , “L’esercito del selfie” di Takagi&Ketra ft Arisa e Lorenzo Fragola e “Tra le granite e le granate” di Francesco Gabbani.

TAG: