Google Street View vola in orbita: ecco dove vivrà Paolo Nespoli

3' di lettura

Mentre l’astronauta si prepara alla sua terza missione spaziale, Big G in collaborazione con la NASA porta il sistema di mappatura a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Una serie di scatti a 360 gradi svela all’utente tutti i segreti dell’ISS. INFOGRAFICA

Il 28 luglio Paolo Nespoli farà il suo terzo volo nello Spazio per la missione Vita e vivrà per i prossimi mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, ad oltre 400 chilometri dalla Terra. Ora Google Street View porta i suoi utenti alla scoperta dell’ISS, offrendo una raccolta di fotografie a 360 gradi dell’ambiente spaziale e della vita condotta dall’equipaggio. 

 

Le foto di Big G 

La squadra di Street View ha collaborato con la NASA presso il Johnson Space Center di Houston in Texas e il Marshall Space Flight Center di Huntsville in Alabama, per progettare un metodo di raccolta di immagini senza gravità, utilizzando fotocamere e apparecchiature già presenti sull'ISS. Le foto sono state scattate dall'astronauta francese dell'agenzia spaziale europea Thomas Pesquet – tornato lo scorso giugno da una missione di sei mesi - con una fotocamera comune, che poi le ha inviate sulla Terra dove sono state assemblate dal team di Google Street View, generando immagini panoramiche a 360 gradi. Quello che il progetto offre è un tour immersivo a gravità zero all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, che ospita da 16 anni gli astronauti in orbita fungendo da base per l'esplorazione spaziale e per osservare e raccogliere dati sul pianeta Terra, dagli oceani all’atmosfera, alla superficie del suolo.

La vita sull’ISS 

Il progetto nasce in occasione del decimo anniversario di Google Street View, che dopo essere giunto nelle zone più remote del Pianeta, dall’Everest all’Amazzonia, e persino sul fondo degli Oceani, ora vola in orbita. Insieme agli utenti della Rete, ovviamente, che grazie a quest’iniziativa di Big G hanno la possibilità di visitare i 15 moduli e i 2 veicoli per il docking, cioè usati per l'aggancio alla stazione, dell’ISS  attraverso un inedito punto di vista a 360 gradi.

Oltre a camminare virtualmente all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, muovendosi liberamente in ogni direzione, si possono anche scoprire dettagli sulla vita e l’attività degli astronauti in orbita. Data l’eccezionalità dell’evento, ogni scatto è accompagnato da un testo descrittivo, caratteristica, questa, vista in precedenza solo per i contenuti di Google Arts&Culture. Così si può curiosare durante il momento dei pasti o vedere come l’equipaggio si tiene  in forma, scoprendo i vari comparti dove vengono condotti esperimenti e attività scientifiche.  

Leggi tutto
Prossimo articolo