Coldiretti, consumi record di frutta e verdura: i più alti in 17 anni

Frutta e verdura, essendo ricchi di vitamine A, C ed E, sono gli antiossidanti "naturali" per eccellenza (Getty Images)
2' di lettura

Secondo l’associazione degli agricoltori, gli italiani preferiscono sempre di più cibi dissetanti e salutari tanto che nel 2017 hanno fatto registrare un aumento del 9,6%, la crescita più elevata dal 2000

L'aumento delle temperature ha un aspetto positivo: fa mangiare più frutta e verdura agli italiani. Secondo Coldiretti, infatti, il consumo di questi alimenti nel 2017 ha registrato un aumento complessivo del 9,6%. Una crescita che, per la Confederazione nazionale coltivatori diretti, non ha eguali negli ultimi 17 anni. Nello specifico, dai dati Nielsen citati dall'associazione degli agricoltori, emerge che i consumi di verdura sono aumentati del 11,9%, mentre quelli della frutta hanno registrato un +7,1%, con risultati particolarmente incoraggianti di quella secca  (+11,9%). Una tendenza che si spiegherebbe con l'aumento delle temperatura che, secondo Coldiretti, spingerebbe gli italiani a consumare più cibi dissetanti e salutari.

Bene anche le esportazioni

Un andamento positivo che riguarda anche l'estero. Le elaborazioni Coldiretti su dati Istat, infatti, rivelano un aumento nel primo bimestre del 2017 delle esportazioni di frutta e verdura fresca "Made in Italy" che – precisa l'associazione degli agricoltori – fanno segnare il valore più alto degli ultimi 25 anni.

In crescita anche frullati e centrifugati

Ritornando in Italia, la Confederazione nazionale coltivatori diretti pone l'accento anche sull'aumento dei consumi, al bar, in spiaggia o anche a casa, di smoothies, frullati e centrifugati. Una nuova "moda" che per Coldiretti "soddisfa molteplici esigenze del corpo: nutrono, dissetano, reintegrano i sali minerali persi con il sudore, riforniscono di vitamine, e mantengono in efficienza l'apparato intestinale grazie all'apporto di fibre". Inoltre queste bibite a base di frutta e verdura "si oppongono all'azione dei radicali liberi prodotti nell'organismo dall'esposizione al Sole, nel modo più naturale possibile".

Antiossidanti naturali

Frutta e verdura, infatti, essendo ricchi di vitamine A, C ed E, sono gli antiossidanti "naturali" per eccellenza. Un contributo di cui beneficia la salute ma anche la "tintarella": il consumo nello specifico di cibi ricchi di vitamina A (come carote, radicchi, albicocche, insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni e pomodori) favorisce la produzione nell'epidermide del pigmento melanina che dona il classico colore scuro alla pelle. Benefici di cui si può godere, quindi, mangiando tanta frutta e verdura, che in estate, sottolinea la Coldiretti, rischia più che in altre stagioni di andare sprecata. Un frutto su quattro, infatti, è in pericolo a causa dei maggiori problemi nella conservazione "con perdite di prodotto fino al 25 per cento, tra produzione, commercio e consumo, dovute all'eccessiva maturazione".

Leggi tutto
Prossimo articolo