Berlusconi: “Candidato premier può essere generale Gallitelli”

3' di lettura

Il leader di Forza Italia, ospite di Fabio Fazio su Rai 1, lancia una proposta per la coalizione di centrodestra. Su Bossi: se Lega non lo candida, da noi porte aperte

Una figura come il generale Gallitelli come possibile futuro premier: è questa l’ultima idea lanciata da Silvio Berlusconi, ospite di Fabio Fazio su Rai 1. Il leader di Forza Italia, parlando del possibile capo di un governo di centrodestra, ha detto: "Ho diversi nomi. C'è una persona molto capace, a cui non ho ancora parlato: il generale dei Carabinieri Leonardo Gallitelli" che è un esempio di "qualcuno che non viene dalla politica, qualcuno che possa essere visto come una garanzia come premier".

Identikit del nuovo premier

Il leader di Forza Italia ha spiegato: "Come candidato premier penso a un certo Berlusconi" ma se la sentenza di Strasburgo non arrivasse in tempo o fosse negativa "penso a qualcuno che abbia fatto cose di successo come Gallitelli, uno dei migliori vertici del corpo dei Carabinieri". Berlusconi ha precisato come Gallitelli sia un nome che fa da "esempio" all'identikit che sta cercando: "Qualcuno che nel mondo del lavoro, dell'impresa, del terzo settore possa essere visto positivamente per i traguardi raggiunti".

“Per Bossi porte aperte”

L’ex premier si è poi soffermato sul futuro politico di Umberto Bossi: se la Lega non lo candidasse "lo accoglierei a braccia aperte – ha detto Berlusconi -  perché gli sono amico e si è sempre comportato, dopo alcuni mesi di contrasto, con molto rispetto con me".

No a fiducia su Ius soli

Sul tema dello Ius soli Berlusconi ha ribadito il suo "No" alla fiducia, "intanto perché i trafficanti di uomini avrebbero un argomento per dire che in Italia è più facile conquistare la cittadinanza". Inoltre, ha aggiunto il leader di Forza Italia, "alcuni di loro odiano i cristiani, gli ebrei, lo Stato italiano, non si può dare loro la cittadinanza italiana solo perché hanno frequentato una scuola. Non basta il fatto di aver frequentato una scuola italiana per avere diritto automatico alla cittadinanza". 

Nel pomeriggio a IdeeItalia

Nel pomeriggio Berlusconi era intervenuto a IdeeItalia, la “contro Leopolda” organizzata a Milano. Il leader di Forza Italia ha detto di sentirsi come se avesse 40 anni: considera "preciso dovere, come nel '94, scendere in campo per evitare che il Paese vada in una situazione grave e pericolosa. Lo farò con le forze di chi ha più di 70 anni ma si sente giovane intellettualmente e fisicamente. Io mi sento 40 anni e mi comporto da quarantenne".  Berlusconi aveva poi criticato i 5 Stelle: “Di Maio faccino pulito ma ha fallito. I grillini non hanno mai lavorato”.

Data ultima modifica 26 novembre 2017 ore 22:53

Leggi tutto
Prossimo articolo