Elezioni regionali Sicilia, centrodestra unito candida Nello Musumeci

Nello Musumeci (archivio Ansa)
3' di lettura

Il politico catanese guiderà una coalizione che va da Forza Italia a Noi con Salvini, da Fdi a Udc. Divisioni nel centrosinistra: Fabrizio Micari non convince tutti. Mdp spinge per Claudio Fava. Crocetta chiede primarie, il Pd frena. Sgarbi annuncia che correrà da solo

Nello Musumeci sarà il candidato governatore del centrodestra alle elezioni regionali di novembre in Sicilia. L’ex presidente della provincia di Catania ha ufficializzato la sua quarta candidatura personale a Palazzo d’Orleans in una conferenza stampa a Palermo. Nelle stesse ore anche Vittorio Sgarbi ha annunciato la sua candidatura, mentre il centrosinistra è diviso.

Musumeci a capo di una coalizione

"Il centrodestra offre ai siciliani un’ancora di speranza con una coalizione unita, compatta responsabile e motivata”, ha detto l'esponente catanese di Fdi. La coalizione vedrà schierati insieme Forza Italia, Udc, Autonomisti, Cantiere popolare, Fdi, Noi con Salvini, Cdu, movimento civico Idea Sicilia di Lagalla e Cantiere Popolare.

"Politica torni autorevole"

"La politica deve tornare autorevole, non deve vergognarsi di sé stessa. La nostra sarà una giunta politica”, ha detto Musumeci, leader del movimento "Diventerà Bellissima". Il candidato del centrodestra ha anche ringraziato l'economista Gaetano Armao e Roberto Lagalla, ex rettore di Palermo ed ex assessore di Totò Cuffaro: "Il professore Armao ha redatto il programma per la parte economica. Porterà il frutto della sua competenza all'interno della Giunta con il ruolo di vicepresidente. Al rettore Lagalla ho chiesto di consolidare la forza di questa coalizione”.

Ancora divisioni nel centrosinistra

Nel centrosinistra le acque rimangono invece ancora agitate. La candidatura di Fabrizio Micari, lanciata dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando è sostenuta a Roma da Matteo Renzi, da Ap e da "Sicilia futura" di Salvatore Cardinale. Campo progressista di Giuliano Pisapia sta valutando la situazione e l’esponente Marco Furfaro ha confermato che una decisione sarà presa nei prossimi giorni. Al nome di Micari dicono invece no Sinistra italiana, Mdp, Prc, Verdi, Possibile, comitati e associazioni, tutti orientati a compattarsi su Claudio Fava. Correrà da solo invece il governatore uscente Rosario Crocetta.

Il nodo primarie 

Negli ultimi giorni il centrosinistra si sta confrontando sull’ipotesi primarie. La proposta è stata avanzata dal governatore uscente Rosario Crocetta (circola già una data possibile, il 17 settembre, visto che le liste vanno chiuse entro il 6 ottobre). Ma il Pd, da Roma, ha escluso ogni possibilità di primarie blindando Micari. 

Sgarbi: mi candido governatore e vincerò 

Anche Vittorio Sgarbi ha annunciato che correrà per Palazzo d’Orleans. "Chi vince le elezioni in Sicilia? Mi candido io, quindi vincerò io. Mi candido come Governatore, è ufficiale”, ha dichiarato. "Corro da solo, non ho bisogno dell'appoggio di nessuno. Il mio obiettivo è vincere”. Sgarbi si presenterà alle elezioni del 5 novembre con il suo movimento "Rinascimento", con liste in tutti i collegi. In vista della campagna elettorale, si è anche rivolto all'ex presidente della Regione Salvatore Cuffaro che "ha subito un processo ingiusto". Cuffaro per Sgarbi è stato “un buon presidente. Oggi la mia candidatura riparte dalla sua vicenda umana e politica”.

Leggi tutto
Prossimo articolo