Ballottaggio Comunali, a Lecce sfida centrodestra-centrosinistra

Anche Lecce tra le città al ballottaggio domenica (Fotogramma)
3' di lettura

Al centrodestra, da anni forza prevalente in città, non è riuscita l'affermazione al primo turno. Domenica la sfida tra Mauro Giliberti e Carlo Salvemini, che si è alleato con Delli Noci per puntare alla poltrona di sindaco - LO SPECIALE

Domenica 25 giugno anche Lecce al voto per il turno di ballottaggio delle amministrative. La scelta del nuovo sindaco è tra il candidato del centrodestra Mauro Giliberti e quello del centrosinistra Carlo Salvemini.

Chi è Mauro Giliberti, candidato per il centrodestra

Giornalista che dall'emittente lecccese Telerama è approdato alla redazione del programma "Porta a Porta" di Rai Uno, Mauro Giliberti è stato indicato tra gli altri dall'ex ministro Raffaele Fitto ed è sostenuto dalla coalizione che da quasi venti anni domina le amministrative nel capoluogo salentino. Il sindaco uscente Paolo Perrone – che ha dichiarato che “il centrodestra stravincerà" – ha infatti governato per due mandati consecutivi, così come chi lo ha preceduto, cioè Adriana Poli Bortone.

Chi è Carlo Salvemini, candidato per il centrosinistra

Consigliere comunale uscente, al primo turno Carlo Salvemini ha ottenuto il 28,9 per cento dei voti. Candidato del centrosinistra cittadino, ha intenzione di rivalutare la politica culturale di Lecce, che ha mancato l’obiettivo del riconoscimento di capitale europea della cultura nel 2019 (riconoscimento andato a Matera). Tra le sue idee una biblioteca civica e concerti al parco delle Cave.

La lista centrista costata al centrodestra la vittoria al primo turno

Al centrodestra, ancora forza prevalente in città (Giliberti al primo turno ha preso il 45,3%), stavolta non è però riuscito a imporsi al primo turno come invece era successo nelle precedenti tornate elettorali con Perrone che nel 2007 si era imposto con il 56,2%, e nel 2012 addirittura con il 64,3. Ago della bilancia del voto leccese è stato l'assessore uscente Alessandro Delli Noci, sostenuto dall'Udc e da alcune liste civiche, che ha raccolto il 16,7 % dei consensi.

L'alleanza Delli Noci-Salvemini

E proprio l'alleanza Delli Noci-Salvemini – già sancita in vista del ballottaggio con l'accordo programmatico che tra l'altro prevede, in caso di vittoria, che all'ex assessore vadà lo scranno di vicesindaco – ha il dichiarato intento di destituire il centrodestra cittadino. Domenica saranno gli elettori a decidere. Seggi aperti – lo ricordiamo – dalle 7 alle 23.

Leggi tutto