Leoluca Orlando proclamato nuovo sindaco di Palermo

Leoluca Orlando al seggio (Ansa)
3' di lettura

Il primo cittadino, giunto al quinto mandato non consecutivo, ha sottolineato le priorità per la città: "Nei prossimi cinque anni ci occuperemo di chi non ha casa, lavoro e salute" LO SPECIALE - I RISULTATI

Leoluca Orlando è stato proclamato ufficialmente sindaco di Palermo. La cerimonia d'insediamento si è tenuta all'ufficio centrale elettorale a Palazzo Jung. "Varerò la giunta la prossima settimana", ha annunciato subito dopo la proclamazione per mano del presidente dell'ufficio elettorale, il giudice Gioacchino Scaduto. "Orlando avrà un compito complesso da affrontare" ha detto Scaduto rivolgendosi al primo cittadino, al quinto mandato non consecutivo. Orlando si è detto pronto: "So cosa mi aspetta, sono i vantaggi dell'esperienza, che qualcuno dice è il nome che diamo ai nostri errori". Tanti i temi toccati durante l'incontro, a partire dalle priorità del programma del nuovo mandato.

Gli obiettivi

Il punto più importante del nuovo mandato di Orlando sarà "la normalità". "Vogliamo portare a compimento quanto realizzato - ha spiegato - Ma tra le nuove priorità c'è sicuramente il recupero della costa sud e delle periferie. Vorrei partire proprio dal rapporto con il mare. E poi, credo che Palermo debba avere un centro congressi. Su questo faccio un appello molto forte ai privati". Ci sono poi le tematiche da affrontare nel medio-lungo periodo: "Nei prossimi cinque anni ci occuperemo di chi non ha casa, lavoro, salute e di chi produce".  

Ztl e il traffico in città

Tra i provvedimenti discussi dello scorso mandato c'è stata la zona a traffico limitato nel centro cittadino, che ha visto una vera e proprio lotta tra la Giunta e i portatori di altri interessi, a colpi di ricorsi. "La Ztl resta così com'è", ha annunciato il sindaco. Sulla possibilità di estendere il provvedimento anche ad altre aree, ha aggiunto: "Mi sembra che abbia incontrato il consenso dei cittadini, una delle zone dove ho ottenuto i maggiori consensi è proprio quella in cui ricade la Ztl. E questo dovrebbe fare riflettere sul fatto che i palermitani vogliono il cambiamento".

L'intervento alla presentazione del Gay Pride

"L'itinerario arabo normanno è il corpo della città e per la prima volta il Palermo Pride si terrà nel cuore del percorso Unesco", ha inoltre comunicato Leoluca Orlando durante la conferenza stampa di presentazione di quello che sarà il primo appuntamento ufficiale dopo la riconferma. "Avere il presidente della regione e il sindaco qui per noi è un motivo d'orgoglio perché vuol dire avere delle istituzioni inclusive - ha detto Massimo Milani, co-fondatore di Arcigay e attivista Lgbt - si muore ancora per la propria identità, siamo fortunati a vivere in un Paese più civile di altri, ma manca ancora in Italia una legge contro l'omofobia".

Leggi tutto