Comunali 2017, a Frosinone in 5 sfidano il sindaco uscente Ottaviani

Frosinone è tra i 25 capoluoghi di provincia che vanno al voto l'11 giugno (foto dal profilo Facebook del Comune di Frosinone)
4' di lettura

Il primo cittadino di centrodestra, che verrà sostenuto da 8 liste, dovrà difendere la fascia tricolore. Il candidato del Pd, Fabrizio Cristofari, potrà contare sull’appoggio dell’intero centrosinistra mentre il M5s candiderà Christian Bellincampi. LO SPECIALE

Il prossimo 11 giugno i cittadini di Frosinone dovranno scegliere tra sei candidati alla carica di sindaco. A sostenerli ci saranno 18 liste per un totale di 557 aspiranti consiglieri comunali. Se al primo turno nessuno dei contendenti dovesse raggiungere la maggioranza delle preferenze i Frusinati saranno nuovamente chiamati alle urne domenica 25 giugno per scegliere tra i due che avranno raccolto il maggior numero di voti. (Affluenza e risultati in tempo reale).

Ottaviani per la riconferma

Tra i candidati che si sfideranno per conquistare la fascia tricolore per i prossimi cinque anni ci sarà anche il sindaco uscente Nicola Ottaviani. Il forzista rappresenterà l’area di centrodestra che si è unita sotto il suo nome. Le liste che lo sosterranno, oltre a Forza Italia, saranno Alternativa popolare, Fratelli d’Italia–Alleanza nazionale e le civiche Forza Frosinone, Lista per Frosinone, Cuori italiani, Polo civico–Nuova realtà, Lista Ottaviani sindaco e Frosinone capoluogo. L’avvocato frusinate le scorse elezioni ha trionfato al secondo turno su Michele Marini, candidato del centrosinistra, con il 53,12% dei voti e per questa tornata ha raccolto anche il sostegno di "Fare!", il movimento politico creato dal sindaco di Verona Flavio Tosi. Per conquistare il secondo mandato, punta su un programma molto simile a quello del 2012, riprendendone alcuni degli obiettivi come ad esempio l'acquisto dello Stadio dove gioca il Frosinone calcio. Tra le nuove proposte, invece, la riqualificazione "dell’area ex Permaflex, del teatro Vittoria e del Parco Matusa", e la creazione di "un percorso idrofluviale" con aree attrezzate e piste ciclabili.

Il centrosinistra corre unito

Tra gli sfidanti c'è il presidente dell’Ordine dei medici di Frosinone, Fabrizio Cristofari, che verrà sostenuto da una coalizione di centrosinistra composta da 5 liste: il Partito democratico, Socialisti e riformisti per Frosinone, La tenda, Cristofari sindaco e Frosinone città grande. A differenza del 2012, quando questa area politica si divise tra Michele Marini e Domenico Marzi (candidato di Italia dei valori e Partito socialista), l’11 giugno Cristofari potrà fare affidamento su tutto il centrosinistra per cercare di diventare sindaco. L’obiettivo è quello di "dare finalmente un senso di marcia a una città che ha imboccato decisamente, negli ultimi 5 anni, il viale del declino". Un risultato da raggiungere attraverso una serie di proposte, tra cui: una "moratoria dei tagli alla spesa sociale"; il raggiungimento dell’obiettivo del 60% di raccolta differenziata dei rifiuti; e la volontà di trasformare Frosinone in "Città del cinema" attraverso la dislocazione nel capoluogo di alcuni eventi del Festival del cinema di Roma.

Il Movimento 5 stelle  

Il partito di Beppe Grillo per il Comune di Frosinone candida Christian Bellincampi. Il 33enne, classe 1984, è stato scelto con 18 voti all'interno del Meetup frusinate prevalendo sull'altro candidato, l'architetto Marco Mastronardi che ne ha raccolti 15. Per il capoluogo di provincia laziale propone di istituire un "question time del cittadino" in Consiglio comunale e l’istituzione della tessera-app "Frusna" per l’accesso al bike sharing, alla biblioteca e il pagamento di trasporto pubblico, parcheggi. Per quanto riguarda i rifiuti propone di raggiungere il 65% di differenziata attraverso il modello della "tariffa puntuale", che premia chi differenzia di più e meglio. Bellincampi tra i sei candidati è quello che ha presentato il documento programmatico più lungo con 44 pagine, a fronte delle 4 di Incitti e Bonaviri, delle 14 di Ottaviani, delle 24 di Pizzutelli e delle 29 di Cristofari.

Gli altri candidati

A fianco dei candidati dei tre principali partiti correranno anche due blocchi "civici": quello guidato da Stefano Pizzutelli, sostenuto dalla lista Frosinone in Comune; e quello di Giuseppina Bonaviri con la lista associata Giuseppina Bonaviri sindaca. Pizzutelli nel suo programma punta su centri di aggregazione giovanile nel centro storico e sulla creazione in ogni quartiere di una piazza con giochi per i bambini. Bonaviri, che è anche l’unica donna in lizza, propone, tra le altre, wi-fi su tutto il territorio comunale, lo stop agli impianti a biomasse in città e il taglio della Tari. Lo scorso 28 maggio la candidata è stata aggredita verbalmente durante una cena elettorale: gli altri contendenti che per solidarietà hanno sospeso la campagna elettorale. C'è poi Fernando Incitti, sostenuto da Casa Pound, che propone l’introduzione di un "reddito di natalità" su base comunale e una ferma opposizione ai centri di accoglienza per gli immigrati.

Leggi tutto