Legge elettorale, testo in Aula il 29 maggio. Renzi: non perdere tempo

1' di lettura

Il Pd presenta ufficialmente la nuova proposta: un Mattarellum rivisto, con la metà dei deputati eletti in collegi uninominali e l'altra metà con metodo proporzionale

Il Pd presenta ufficialmente in Parlamento la sua nuova proposta di legge elettorale, un Mattarellum rivisto, con la metà dei deputati eletti in collegi uninominali e l'altra metà con metodo proporzionale. E Renzi chiede di sbrigarsi ad approvarlo.

Favorite le coalizioni

Il testo è stato depositato in serata dal nuovo relatore, il Dem Emanuele Fiano, nominato dal presidente della Commissione Affari costituzionali della Camera, Andrea Mazziotti, dopo lo stop al suo testo base proprio da parte del Pd. La nuova proposta favorisce le coalizioni: il capogruppo Dem Ettore Rosato ne ha ipotizzata una che ricalca l'attuale maggioranza di Governo, da Ap a Mdp, suscitando la contrarietà di Giuliano Pisapia. Il dibattito attraversa un po' tutti i partiti, ad esclusione di M5s, sicuro di correre da solo e contrario ai collegi uninominali maggioritari.

Renzi: "Non perdete altro tempo"

Domani la Commissione deciderà i tempi d'esame, ma Matteo Renzi, ha chiesto di rispettare il termine di approdo in aula il 29 maggio: "Dopo mesi di rinvii, la Camera ha deciso di andare in aula il 29 maggio. Per favore, non perdete altro tempo", ha detto un po' provocatoriamente, visto che il congresso del Pd aveva frenato la discussione sulla legge elettorale.

Leggi tutto