Mattarella in Argentina: "I migranti sono un'opportunità". FOTO

Prosegue la visita di Stato del presidente della Repubblica. Il viaggio in Sud America avviene a 16 anni di distanza da quello del suo predecessore Carlo Azeglio Ciampi. Simbolico l’incontro con le madri di Plaza de Mayo
  • "L'Argentina è un esempio virtuoso, ha saputo fare delle migrazioni una opportunità". Sergio Mattarella guarda al modello positivo del Paese fratello del Sud America, dove la metà dei 40 milioni di cittadini ha origini italiane, e mette alcuni puntini sulle "i" dopo che per mesi si sono susseguite polemiche spesso ideologiche sul fenomeno migratorio, in Italia e in Europa - (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG24) Mattarella: populismo anti-Ue in regressione
  • La visita di Stato del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in Argentina è iniziata lo scorso 7 maggio. Su 43 milioni di abitanti, almeno 20 sono di origine italiana. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG24)
  • Il Presidente della Repubblica ha incontrato il Presidente argentino Mauricio Macri, dopo poco più di un anno dalla sua elezione. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG24)
  • Martedì Mattarella ha parlato al Congresso di Buenos Aires ricordando che "valori di apertura e accoglienza ci accomunano, anche su temi complessi quali quelli dei rifugiati e dei migranti, ai quali non singoli Paesi ma l'intera comunità internazionale è chiamata a dare risposte soddisfacenti e lungimiranti”. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG24)
  • Lunedì l’incontro con gli studenti delle scuole italiane di Buenos Aires. Sono tra i 20 e i 25 milioni (su un totale di 43) i cittadini argentini con almeno un avo immigrato dall’Italia. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG24)
  • Juliana Awada, moglie del Presidente argentino Mauricio Macri, insieme a Laura Mattarella, l'unica figlia femmina del Presidente della Repubblica. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG24)
  • Nel corso della visita di Stato in Argentina, insieme al ministro Angelino Alfano, il Presidente si è recato al Parque de la Memoria, monumento ai "desaparecidos". Insieme a lui anche una delegazione delle "madri e delle nonne di Plaza de Mayo" una associazione formata dai parenti dei desaparecidos. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG4)
  • Il Presidente ha espresso alle madri "comprensione per il loro grande dolore e ammirazione per la determinazione e la dignita'" sempre mostrata, confermando la "vicinanza e la solidarieta' dell'Italia per il loro impegno". (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG4)
  • L'Argentina e' il secondo paese piu' esteso dell'America del Sud. Una democrazia di 43 milioni di abitanti, di cui almeno la meta' di origine italiana, un paese profondamente cattolico, un'economia che ha visto nel '900 una forte espansione ma che ha subito alla soglia degli anni Duemila ben due default. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG4)
  • Il nuovo corso impresso dal presidente Mauricio Macri, dopo 12 anni del neo peronismo dei Kirchner, fa sperare in una ripresa dei commerci internazionali. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG4)
  • Operano nel paese oltre 200 aziende italiane, di cui moltissime nel settore manifatturiero. Gli investimenti diretti italiani in Argentina stando a dati Eurostat, sono stati nel 2015 pari a 220,7 milioni di Euro. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG4)
  • L'interscambio con l'Italia è stato di poco meno di due miliardi nel 2015 e di due miliardi 150.000 nel 2016, con un export italiano di qualità composto soprattutto di macchine, apparecchi elettrici, prodotti chimici ed un import agroalimentare. Siamo il decimo paese esportatore in Argentina. (Foto di Pierfrancesco Ferrara/Sky TG4)