"Notte della Luna", eventi in tutto il mondo

La Notte della Luna esiste dal 2010 (Afp)
3' di lettura

L'iniziativa, promossa da svariate organizzazioni scientifiche nel mondo, compresa la Nasa, invita la cittadinanza a conoscere meglio "il vicino più prossimo alla Terra"

La sera del 28 ottobre c'è un motivo in più per ammirare la luna in cielo: è in questa data, infatti, che la comunità scientifica promuove a livello mondiale la International Observe the Moon Night, la "Notte della Luna". Un evento organizzato, fra gli altri, anche dalla Nasa, che quest'anno invita la cittadinanza a unirsi agli scienziati presso il Goddard Visitor Center di Greenbelt, in Maryland.

La storia e lo scopo dell'evento

L'International Observe the Moon Night (InOMN) nasce nel 2010 per invitare "tutti gli abitanti della Terra a osservare la Luna, imparare curiosità sul suo conto, e celebrare le connessioni culturali e personali che tutti abbiamo con il vicino più prossimo al nostro pianeta", si legge sul sito ufficiale dell'evento. Il comitato di coordinamento dell'International Observe the Moon Night è guidato dal team del Virtual institute della Nasa, ma anche da altre organizzazioni come la Science festival alliance o il Google lunar X prize.

 

La "Notte della Luna" in Italia

Per quanto riguarda il nostro Paese, a farsi promotori della "Notte della Luna" sono, in particolare, l'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e l'Unione Astrofili Italiani. Fitto il programma degli eventi previsti per la Notte del 28 ottobre. Saranno aperti al pubblico gli osservatori di Torino, Roma-Monteporzio e Catania. In Sicilia, si svolgerà l'evento organizzato congiuntamente dall'Osservatorio di Catania dell'Inaf, dall'Istituto secondario superiore "Quintino Cataudella" di Scicli, dal Comune di Scicli e dal Centro ibleo di studi astronomici "Pleiades". Ad Arpino (Frosinone), invece, la Luna sarà proiettata come un ologramma. L'Unione Astrofili Italiani invita inoltre le associazioni astrofili italiane ad aderire all'iniziativa organizzando serate di osservazione presso le proprie sedi. A Roma, infine, l'Accademia delle Stelle proporrà una "visita guidata" alla a cura di astrofili e astrofisici.

La Luna su Roma

A partire dalle ore 19, il Virtual Telescope trasmetterà in streaming lo spettacolo delle immagini della Luna sopra il panorama romano: per la serata sono previste condizioni di visibilità buone. "La Luna sarà già visibile al tramonto. Ma consiglio di lasciarla aspettare un momento per concentrarsi verso sud ovest e ammirare Saturno, che lascerà in breve la scena ad una Luna in grande stile", ha spiegato il responsabile del Virtual Telescope, l'astrofisico Gianluca Masi. "La Luna sarà al primo quarto, quindi nelle condizioni migliori per l'osservazione. In questa fase si vedono infatti molto bene i dettagli in quella regione del nostro satellite che è al confine tra il giorno e la notte", in quanto "il Sole illumina lateralmente la Luna e i suoi raggi arrivano radenti sulla sua superficie, mettendo in evidenza i rilievi, come monti e crateri".

 

Leggi tutto
Prossimo articolo