Parigi verso stop auto diesel entro 2024. Niente benzina entro 2030

L'amministrazione parigina ha anche attuato la pedonalizzazione di alcuni chilometri di strade lungo la Senna (Getty Images)
2' di lettura

Il vicesindaco, Christophe Najdovski, ha confermato la volontà dell’amministrazione di accelerare sulla messa al bando di questo tipo di vetture per rispettare gli accordi sulle emissioni, fissati per il 2050

Il comune di Parigi continua la sua battaglia in favore di una mobilità 'green'. Christophe Najdovski, il vicesindaco della città con deleghe ai Trasporti, ha confermato in un’intervista a France Info radio che la capitale francese intende mettere fuorilegge entro il 2024 le auto a diesel ed entro il 2030 quelle a benzina. L’obiettivo, ha aggiunto il vice di Anne Hidalgo, è rendere Parigi una città a "zero emissioni di carbonio nel medio e lungo termine". La misura fa parte di un pacchetto promosso dall’amministrazione che ha già portato alla pedonalizzazione di alcuni chilometri di strade lungo la Senna, che sono diventate zone riservate ai pedoni e ai giochi per bambini.

Bando alla combustione, non alle automobili

Il vicesindaco di Parigi ha voluto specificare che il blocco che l’amministrazione vuole attuare non è diretto a tutte le automobili ma solo nei confronti di quelle a combustione. Si tratterebbe, secondo Najdovski, di una "transizione energetica" che consentirebbe alla città di rispettare l’obiettivo dell’Accordo sul clima di Parigi di arrivare al 2050 con l’azzeramento delle emissioni cittadine di carbonio, grazie al raggiungimento del 100% di energie rinnovabili. Una scadenza che per il vicesindaco si fa sempre più stringente, ragione per la quale l’amministrazione ha deciso di fissarsi scadenze piuttosto vicine.

"Non vedo l'ora"

"Il settore dei trasporti – ha spiegato nell’intervista Christophe Najdovski – è una delle principali voci in merito alle emissioni di gas serra e, nell'ambito dello sviluppo di un piano climatico per la città, è inevitabile la programmazione di un accantonamento dei veicoli a combustione". Un obiettivo che, secondo il vicesindaco, è tutt’altro che impossibile da realizzare, considerando che anche città come Oslo hanno fissato il 2030 come anno in cui "liberarsi" di questo tipo di autovetture. Per tagliare il traguardo in tempo potrebbe giocare un ruolo decisivo la propensione dei parigini a non usufruire di macchine private. Secondo l'amministrazione della capitale, infatti più del 60% dei suoi abitanti non possiede un’auto. 

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24