Irma, ordine di evacuazione per 7 milioni di persone negli Stati Uniti

4' di lettura

Nonostante la perturbazione sia stata declassata a categoria 3, in un discorso in inglese e spagnolo il governatore della Florida avverte: "Andate via subito, non si sopravvive a questa tempesta". A Cuba un milione di persone ha lasciato la propria abitazione

Le autorità della Florida hanno chiesto ad altri 700mila residenti di lasciare lo Stato prima dell'arrivo dell'uragano Irma. Sono in tutto circa sette milioni le persone interessate dagli ordini di evacuazione emessi in più Stati. Nonostante nelle ultime ore abbia perso parte della sua forza passando dalla categoria 5 a quella 4 e successivamente alla 3, Irma continua a mantere il suo potenziale distruttivo. "Non si sopravvive a questa tempesta. È una situazione potenzialmente mortale" ha avvertito il governatore della Florida Rick Scott che ha invitato la popolazione a "evacuare ora, non un'ora o stanotte". A Cuba dove un milione di persone ha già abbandonato la propria abitazione, una scia di morte e devastazione nei Caraibi con almeno 27 vittime accertate.

Governatore Florida: "Andatevene ora, Irma uragano come mai visti"

"Andatevene ora" ha ribadito il governatore della Florida. "Abbiamo bisogno della disponibilità di medici e infermieri. Le forze dell'ordine sono preparate ma una volta che arriva non vi possono salvare, dovete essere pronti e dovete essere già al sicuro. Andate in un posto sicuro, perché questo è un uragano come non abbiamo mai visto". Il sindaco di Miami ha imposto a titolo precauzionale un coprifuoco nella città per tre notti di seguito dalle 20 locali alle 7 del mattino fino a lunedì notte inclusa. 

Rischi anche in Alabama e Carolina del Nord

Irma potrebbe essere ancora più feroce di Andrew, l'uragano che nel 1992 devastò lo Stato. "Il punto non è se la Florida verrà toccata o meno, bensì quanto grave sarà l'impatto" ha dichiarato William Brock Long, a capo della Federal Emergency Management Agency, la protezione civile Usa. E i rischi non sono solo per la Florida: Brock ha ribadito che in queste ore l'allerta non riguarda solo la Florida ma anche tutti gli Stati vicini, dall'Alabama fino alla Carolina del Nord.

In 9 milioni potrebbero restare senza elettricità

Nell'area, le principali arterie stradali sono intasate in direzione nord. Nella serata di venerdì l'ultimo volo commerciale è partito da Miami. Voli sospesi fino a data da destinarsi. Carlos Gimenez, sindaco di Miami-Dade, assicura che 23mila persone sono già al sicuro nei rifugi della contea, attrezzati per ospitare fino a centomila unità. Secondo le stime della società che gestisce la corrente elettrica nello Stato della Florida, potrebbero essere nove milioni i residenti a restare senza elettricità.

In Messico l'uragano Katia ha causato 2 morti

L'uragano Katia ha causato la morte di almeno due persone in Messico, già colpito dal terremoto di ieri. Lo riferisce il governatore dello Stato di Veracruz, Miguel Angel, spiegando che le vittime hanno perso la vita a causa di una frana.
 

Danneggiato o distrutto il 70% delle case a Saint Martin

Intanto le autorità dei Paesi Bassi riferiscono che Irma ha distrutto o danneggiato il 70 per cento delle abitazioni a Saint Martin, lasciando l'isola ancora più vulnerabile per l'arrivo dell'altro uragano, Josè.

Leggi tutto
Prossimo articolo