G7 Ambiente, Galletti: “L’accordo di Parigi non è negoziabile”

3' di lettura

Il ministro, al termine della prima giornata di lavori del summit, ha spiegato che “c’è accordo su tutti i temi” tranne che sul clima, nodo internazionale cruciale dopo l’uscita degli Usa dall’intesa raggiunta nel 2015

“L’accordo di Parigi non è negoziabile”. Così il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti è intervenuto alla fine della prima giornata di lavori del G7 Ambiente a Bologna. E, parlando dell’uscita degli Usa dagli accordi di Parigi sul clima, ha aggiunto: “Vogliamo mantenere il dialogo”. Intanto Scott Pruitt, il direttore dell'agenzia Usa per l'Ambiente Epa, è rientrato negli Stati Uniti già questo pomeriggio.

La posizione degli Usa

Gli Stati Uniti sono irremovibili: vogliono rinegoziare l'accordo di Parigi. E in ogni caso andranno avanti da soli riducendo i gas serra a modo loro, fuori da quell'intesa contro il riscaldamento del Pianeta raggiunta nel 2015 da quasi tutti i Paesi del mondo. Scott Pruitt ha chiarito così il pensiero di Donald Trump, che solo dieci giorni fa aveva annunciato di voler rigettare quell'accordo abbracciato dal suo predecessore Barack Obama perché dannoso per l'economia a stelle e strisce. I ministri degli altri sei grandi Paesi, compatti nel difendere quel risultato, hanno preso atto. Ma lavorano per cercare una "ricucitura" e per arrivare, domani, ad un testo finale "congiunto". (COS'È E COME FUNZIONA L'ACCORDO DI PARIGI)

Galletti: “Dialogo con gli Usa”

"Abbiamo preso atto della posizione degli Stati Uniti - ha detto il ministro Galletti - che vogliono continuare la politica di riduzione della CO2 anche fuori l'accordo di Parigi. E per quello che rappresentano nel mondo vogliamo mantenere il filo del dialogo, continuare il dibattito. Questo può essere il risultato del G7". Tuttavia, ha aggiunto, "fuori dall'accordo di Parigi non ci sono gli strumenti per raggiungere gli obiettivi" sulla riduzione di gas a effetto serra. "Per combattere il cambiamento climatico ci vuole omogeneità".

Il sostegno di Gentiloni e Renzi

Il clima è l'argomento chiave e il vero nodo da sciogliere al vertice dei ministri dell'Ambiente dei 7 Grandi. "Su tutti gli altri temi c'è un accordo completo", ha assicurato Galletti. Il ministro ha ottenuto il sostegno del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, che in un tweet ha ribadito che "l'Italia conferma l'accordo Parigi sul clima e l'impegno per green economy e sviluppo sostenibile”, e del segretario del Pd Matteo Renzi, che in un altro cinguettio ha detto: "Tutti al fianco del Ministro Galletti al G7 ambiente di Bologna. Italia in prima linea. Dai Gianluca!".

Leggi tutto