Calcio, arresti in Inghilterra: si sospetta maxi frode fiscale

Lo stadio del Newcastle (Getty)
2' di lettura

Un'operazione della polizia, dopo settimane di indagini e ricerche su una presunta evasione delle tasse, ha portato a numerosi arresti e perquisizioni nelle sedi di club importanti come Chelsea, West Ham e Newcastle. Sequestrati pc, cellulari e registri

Un nuovo scandalo travolge il calcio inglese: il sospetto è una maxi frode fiscale. Un’operazione della polizia, dopo settimane di indagini e ricerche, ha portato a numerosi arresti e perquisizioni nelle sedi di club importanti come Chelsea, West Ham e Newcastle.

Oltre 180 agenti in azione tra Inghilterra e Francia

Gli agenti, oltre 180 in azione tra Inghilterra e Francia, hanno sequestrato decine di pc, cellulari e registri per trovare prove e riscontri su una sistematica evasione delle tasse da parte di personaggi, per ora non meglio specificati, attivi nel mondo del calcio. Alla base dell'inchiesta, secondo i giornali inglesi, ci sarebbe una frode da 5 milioni di sterline, sottratti alle casse dello Stato attraverso conti truccati o non dichiarati. La presunta frode, sempre secondo i media locali, sarebbe stata commessa nell'ambito di alcuni trasferimenti di giocatori compiuti durante le campagne acquisti degli ultimi sette anni.

Perquisite sedi Newcastle, Chelsea e West Ham

Gli arrestati, per ora, secondo quanto riferiscono media e agenzia inglesi, sarebbero tutti dipendenti del Newcastle. La squadra, allenata da Rafa Benitez, ha da poco conquistato la promozione in Premier League dopo una stagione in Championship (la Serie B inglese). Sarebbero coinvolte, però, anche persone legate al Chelsea e al West Ham: due squadre che militano nella massima serie inglese. Lo staff del West Ham ha fatto sapere di aver collaborato pienamente con le indagini, mentre il Chelsea ha spiegato che gli agenti hanno ispezionato documenti legati a trasferimenti che coinvolgono le altre due squadre. Secondo i giornali inglesi, le indagini riguarderebbero anche altre squadre e potrebbero esserci altri raid e nuovi arresti nei prossimi giorni.

Leggi tutto