Samsung, il vice presidente Lee Jae-yong incriminato per corruzione

Lee Jae-yong in una foto d'archivio (Ansa)
1' di lettura

L'erede della famiglia fondatrice è accusato di frode e corruzione nell'ambito dello scandalo che ha sconvolto il mondo politico sudcoreano. La procura speciale aveva ottenuto il suo arresto il 17 febbraio, dopo un primo tentativo respinto

Lee Jae-yong, vice presidente di Samsung Electronics ed erede della famiglia fondatrice, sarà incriminato per i reati di corruzione e frode nell'ambito dello scandalo che ha sconvolto il mondo politico sudcoreano.

 

L'inchiesta - L’inchiesta ha già colpito la presidente della Repubblica Park Geun-hye (ora sotto procedura di impeachment) e la confidente Choi Soon-sil (in stato di arresto). Ora è arrivato il nuovo annuncio della procura speciale che indaga sul caso e che ha deciso l’incriminazione di Lee Jae-yong dopo che lo scorso 17 febbraio ha ottenuto (al secondo tentativo) il suo arresto.
A gennaio Lee aveva evitato l'arresto, quando il giudice aveva respinto la richiesta dei pubblici ministeri per insufficienza di prove. Ma nel secondo tentativo la situazione si è ribaltata.

 

Le accuse - Secondo le accuse, il 48enne Lee Jae-yong, nipote del fondatore e di fatto al vertice dell’azienda dopo la crisi cardiaca subita dal padre nel 2014, avrebbe versato o promesso circa 37,5 milioni di dollari a persone vicine alla presidente della Repubblica Park Geun-hye in cambio di favori e protezione politica. L'uomo nega tutte le accuse. 

 

Incriminati anche altri quattro - Il portavoce dell'Ufficio della procura ha spiegato che l'incriminazione ci sarà anche contro altre quattro persone, manager di alto livello della società e politici. Il processo per loro è quasi certo e sarebbe una nuova mazzata per Samsung, primo colosso industriale sudcoreano che rappresenta un quinto dell’economia del Paese.

 

Impeachment per Park - Per quanto riguarda la presidente della Repubblica, la Corte costituzionale è alle battute finali della valutazione dei profili giuridici dell'impeachment e lunedì si è tenuta l'ultima audizione aperta. Secondo i media di Seul, il responso dovrebbe maturare entro il 13 marzo.

 

 

Leggi tutto