Francia, arrestate 4 persone: "Preparavano attacco kamikaze a Parigi"

1' di lettura

Le forze dell’ordine hanno compiuto un blitz in un appartamento di Montpellier dove è sono stati rinvenuti, in un laboratorio, 71 grammi di Tatp, lo stesso tipo di esplosivo usato negli attentati di Bruxelles. Fonti investigative rivelano: “Uno dei fermati era pronto a farsi esplodere”

Quattro persone sospettate di voler realizzare un attacco terroristico a Parigi sono state fermate a Montpellier. Nel loro appartamento è stato rinvenuto un vero e proprio "laboratorio" per la preparazione di esplosivo Tatp oltre a materiale informatico. Fonti vicine all’inchiesta hanno rivelato che uno dei quattro arrestati si apprestava a compiere un attacco kamikaze.

 

Esplosivo uguale a Bruxelles - Secondo i media francesi nell'appartamento sono stati trovati 71 grammi di perossido di acetone Tatp, lo stesso tipo di esplosivo usato negli attacchi di Bruxelles, oltre a un litro d'acetone e uno di acqua ossigenata. Il blitz ha "permesso di sventare un progetto di attentato imminente", ha detto il ministro francese dell'Interno, Bruno Le Roux.

 

Il matrimonio, poi l'attentato - Il sospetto kamikaze, dice BFM-TV, prevedeva di farsi esplodere con una cintura esplosiva dopo essersi sposato con una ragazza sedicenne, fermata insieme a lui a Montpellier nel corso del blitz. Ragazza che, secondo quanto riferiscono fonti vicine all'inchiesta citate da BFM-TV, aveva registrato un video di giuramento all'Isis due giorni fa. Oltre a loro questa mattina sono stati arrestati altri due sospetti, tutti tra i 16 e i 34 anni. Tre erano già noti ai servizi antiterrorismo: il ventenne aveva attirato l'attenzione degli inquirenti per la sua radicalizzazione e un tentativo di partenza per la Siria nel novembre 2015. Noto come radicalizzato anche un altro dei fermati nato nel 1983 e la ragazza, individuata sui social network. Sembra invece che la quarta persona, 27 anni, abbia un ruolo secondario.

Leggi tutto