"Storia di una pallottola", il web doc su Emergency in Afghanistan

Un particolare dell'ospedale di Emergency a Kabul (Foto: Emergency/Gianluca Cecere)
1' di lettura

Il documentario della prima Ong italiana racconta con la voce di Valerio Mastandrea, foto d'autore e interviste esclusive, l'attività del centro chirurgico di Kabul. Il 17 gennaio la versione integrale

"Storia di una pallottola" è il titolo del nuovo web documentario di Emergency dedicato all'attività in Afghanistan della prima organizzazione non governativa italiana. "Un'esperienza sensoriale di 35 minuti", spiegano gli autori, che offre all'utente tutte le informazioni necessarie a comprendere il lavoro del personale del centro chirurgico di Kabul, aperto nell'aprile del 2001 e diventato il più grande polo sanitario del Paese dedicato alle cure dei feriti di guerra.

 

Occhi, suono, cuore – Il documentario, prodotto dai giornalisti Christian Elia e Angelo Miotto, si apre con un video narrato dalla voce di Valerio Mastandrea su un testo scritto dalla presidentessa di Emergency, Cecilia Strada. "Ogni anno battiamo un record di ricoveri rispetto all'anno precedente", racconta l'attore romano. "Quattrocento ricoveri al mese. L'ospedale ha poco più di cento letti: vuol dire che ogni mese si svuota e si riempie quattro volte". "Storia di una pallottola", girato dai filmmakers veneziani di Magoga, verrà pubblicato in versione integrale il prossimo 17 gennaio. Ad accompagnarlo, otto sezioni multimediali con interviste audio e video ai sanitari del centro afghano e ad alcuni dei feriti che vi sono stati curati, oltre a una galleria di scatti d'autore in bianco e nero realizzata nell'ospedale di Kabul dal fotoreporter Gianluca Cecere.

 

La guerra al terrorismo – Nei documenti presenti all'interno delle varie sezioni del webdoc si ritrovano anche tre fotogallery dell'Afghanistan del passato e quattro rapporti di diverse organizzazioni internazionali sulle varie attività di protezione della popolazione civile in territorio di guerra. Di particolare importanza sono i dati contenuti nell'anticipazione del Primo rapporto annuale sulle spese militari italiane curato per l'osservatorio Milex dai giornalisti Francesco Vignarca ed Enrico Piovesana. È di 23,4 miliardi di euro lo stanziamento totale 2017 della nostra Difesa per il mantenimento delle missioni all'estero e l'acquisto di armi e mezzi militari. Si parla di una cifra vicina ai 64 milioni di euro al giorno: superiore dello 0,7% rispetto al 2016 e del 2.3% rispetto alle stesse previsioni di bilancio 2017.

 

I numeri di Emergency – Gli ultimi capitoli del progetto sono quelli dedicati alla logistica di Emergency in Afghanistan. L'Ong fondata da Teresa Sarti e Gino Strada è presente nel paese dei papaveri dal 1999 con cinque strutture di assistenza sanitaria e una rete di 18 posti di primo soccorso nei pressi dei villaggi del nord collegati alle prime grazie a un servizio di ambulanze operativo 24 ore su 24. Dal 2005 il centro chirurgico di Kabul è l'unico in tutto il Paese ad avere a disposizione un apparecchio per eseguire gratuitamente le tomografie computerizzate. Infine un macrodato, forse quello più importante per Strada e i suoi collaboratori: dal dicembre del 1999 al giugno 2016 le persone curate negli ospedali di Emergency in Afghanistan sono state 4.845.000.

Leggi tutto