Cosa fa e come viene nominato il Governatore della Banca d'Italia

2' di lettura

La carica, istituita nel 1928, è stata ricoperta da 10 persone tra cui Carlo Azeglio Ciampi, Mario Draghi e Ignazio Visco, che si avvia alla fine del mandato. La nomina è disposta con decreto del presidente della Repubblica su proposta del presidente del Consiglio

Il Governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco si avvia alla fine del suo mandato. È stato il decimo a ricoprire questa carica, la più alta dell'istituto, istituita nel 1928 nonostante l’istituto sia stato fondato nel 1893. Ma come viene eletto e che compiti ha il Governatore di Palazzo Koch?

Quanto dura il mandato

L’incarico di Governatore della Banca d’Italia dura sei anni ed è rinnovabile una sola volta. Fino al 2005 era un ruolo a vita, per sottolinearne la totale autonomia dal governo, ma dopo lo scandalo di "Bancopoli", che portò alle dimissioni di Antonio Fazio, fu effettuata una riforma.

Chi decide il Governatore

La nomina è disposta con decreto del presidente della Repubblica, su proposta del presidente del Consiglio, previa deliberazione del consiglio dei Ministri e sentito il parere del Consiglio superiore della Banca d'Italia. Lo stesso procedimento si applica anche per la revoca dell’incarico. Il Governatore deve essere cittadino italiano, non può appartenere ad altri istituti di credito né essere parlamentare o ricoprire altra carica politica.

I compiti e le funzioni

Il Governatore della Banca d'Italia, ai sensi dello Statuto, rappresenta l’istituto "di fronte ai terzi in tutti gli atti e contratti e nei giudizi". Inoltre, presiede l'assemblea dei partecipanti e ha il compito di garantire il rispetto di leggi, regolamenti e statuto, far eseguire le deliberazioni del Consiglio superiore cui può avanzare ogni proposta che giudichi utile alla Banca e sovrintendere l'amministrazione centrale e gli stabilimenti periferici. Dispone, sentito il direttorio, le nomine, le promozioni, le assegnazioni, i trasferimenti e gli incarichi del personale di grado superiore. 

I 10 Governatori di Palazzo Koch

Dal 1928 sono dieci i governatori a essersi succeduti alla guida della Banca d’Italia:
Bonaldo Stringher (1928-1930), Vincenzo Azzollini (1931-1944), Luigi Einaudi (1945-1948), Donato Menichella (1948-1960), Guido Carli (1960-1975), Paolo Baffi (1975-1979), Carlo Azeglio Ciampi (1979-1993), Antonio Fazio (1993-2005), Mario Draghi (2005-2011), Ignazio Visco (2011-presente).

Leggi tutto
Prossimo articolo