G7 Bari, Moscovici: “Per Italia pronti a usare tutta la flessibilità”

2' di lettura

Il commissario Ue agli Affari economici e monetari, a margine del summit dei ministri delle Finanze, ha detto: “Avanti con le riforme, abbiamo bisogno di una guida pro-Europa per Roma”. Intanto dal vertice emerge una spinta alle proposte per la web tax

L'Ue "ha davvero bisogno di una guida pro-Europa per l'Italia" e "questo è quello che stiamo cercando di costruire con Paolo Gentiloni e Pier Carlo Padoan, nel pieno rispetto delle regole e usando tutta la flessibilità che abbiamo a disposizione". Il commissario Ue agli Affari economici e monetari Pierre Moscovici  ha parlato a margine dei lavori del G7 di Bari, dove si sono riuniti i ministri delle Finanze di 7 Paesi e i vertici delle banche centrali e delle istituzioni economiche mondiali. 

Ue: Italia vada avanti con le riforme

Le elezioni, ha aggiunto Moscovici, "non sono mai un problema" ma possono "destare preoccupazione" quando ci sono "minacce populiste". In giornata il commissario Ue agli Affari economici e monetari ha detto che l’Italia “deve costantemente andare avanti sul cammino delle riforme", rispondendo a chi chiedeva se l'Italia 'maglia nera' per la crescita rappresenti un problema per l'Europa. 

Spinta per la web tax

Dal summit di Bari intanto arriva una prima spinta ad un accordo internazionale sulla web tax. Nel comunicato finale, secondo quanto riferiscono fonti della presidenza italiana, dovrebbe comparire una richiesta esplicita all'Ocse di elaborare proposte concrete sulla tassazione dell'economia digitale. Si tratterebbe di un successo italiano, dal momento che sul tema le posizioni nazionali sono divergenti. La tassazione internazionale è uno dei 'pilastri' dell'agenda di Bari e l'obiettivo annunciato della presidenza italiana era proprio quello di dare un impulso politico forte, dopo la richiesta già arrivata dal G20 di Baden Baden di anticipare alla prossima primavera il rapporto della task force Ocse.

Leggi tutto