Emergenza caldo: venerdì e sabato ancora picchi oltre i 40 gradi

3' di lettura

Continua l’ondata di calore da record con il "bollino rosso" per 26 città che si estende fino al 5 agosto e massime che vanno dai 36 ai 42 gradi. Per temporali e prime rinfrescate, al Nord e al Centro, bisognerà aspettare domenica. Mentre al Sud perdurerà l’afa. METEO 

Non si ferma l’ondata di caldo che sta avvolgendo l’Italia. Le temperature alte caratterizzeranno anche le giornate di venerdì e sabato (4 e 5 agosto). Il "bollino rosso" è stato esteso fino a sabato per 26 città (qui il bollettino del ministero della Salute): è il livello 3, quello più alto, dove si riscontrano "condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo dei soggetti a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche". Mentre per Genova c’è un "bollino giallo" che segna un livello di pre-allerta. 

Le temperature del 4 agosto: si toccheranno i 42 gradi

Come comunicano i meteorologi, nella giornata di venerdì, in tutta la penisola il tempo sarà bello, con cieli sereni e poco nuvolosi (LE PREVISIONI). Le temperature oscilleranno tra massime dai 36 ai 41 gradi, e al Nord farà eccezione solo la Liguria. Anche al Centro la situazione sarà simile, con massime sempre compre tra i 36 e 41 gradi, e temperature meno alte lungo le coste. Al Sud tanto sole e clima molto caldo: massime previste tra 37 e 42 gradi. Le stesse temperature, con variazioni minime, si registreranno anche il 5 agosto. 

Primi temporali attesi per domenica

Secondo le previsioni meteo, per i temporali - e le rinfrescate - bisognerà attendere il 6 agosto. Al Nord tempo instabile sulle Alpi con temporali anche nelle aree di alta pianura padana e sul Veneto. Le temperature però, anche se in calo, rimarranno alte: massime tra i 32 e i 37 gradi. Al Centro ci sarà ancora bel tempo, ma con temporali isolati e massime che arriveranno fino ai 40 gradi. Resta il caldo al Sud dove si potranno toccare anche i 42 gradi, come avvenuto negli scorsi giorni.

Raggiunto picco massimo della domanda elettrica

Intanto, in Italia, si è raggiunto il picco massimo della domanda elettrica. È una delle conseguenze del grande caldo degli ultimi giorni, con i consumi di elettricità che sono saliti - tra il 2 e il 3 agosto - sopra i 55.000 Mw, come riporta il gestore della rete Terna. Il livello rimane superiore alle previsioni, ma è ancora molto lontano dal picco storico fatto segnare nel luglio 2015, quando si erano raggiunti i circa 60.500 Megawatt. Solo nei prossimi giorni si potrà stabilire se il record verrà raggiunto o meno.


Leggi anche:
  • Dubai, nella notte di nuovo a fuoco la Torch Tower
  • Migranti, Ong tedesca annuncia ricorso per rilascio nave sequestrata
  • Polizia e Vigili del Fuoco, annunciate 2.739 assunzioni straordinarie
  • Da sconti a stretta testimoni: le novità sulle assicurazioni Rc auto
  • Leggi tutto
    Prossimo articolo