Superenalotto, jackpot di 77,7 milioni di euro a Caorle

Anche la precedente vincita da record era stata realizzata in Veneto (Archivio Fotogramma)
2' di lettura

Il "colpo" realizzato con una schedina da 4,50 euro. Il 6 non usciva dal 25 febbraio scorso, quando nel padovano erano stati vinti oltre 93 milioni

Caorle baciata dalla fortuna con un 6 al Superenalotto dal valore di 77,7 milioni di euro, vinti con una schedina da 4,50 euro. Quello centrato nella località di mare veneziana è il secondo jackpot del 2017.

La schedina vincente giocata in tabaccheria

La schedina milionaria è stata compilata nella "Tabaccheria Filippi", punto vendita Sisal di viale Santa Margherita a Caorle. Questa la sestina vincente: 1, 8, 28, 54, 82 e 90 (Jolly 5 - SuperStar 25). Si tratta della seconda vincita dell'anno con il 6, e il settimo montepremi più alto mai assegnato nella storia del gioco. Quattordici i 5, che portano a casa 11.946,57 euro a testa, e otto 4 da 11.200 euro ciascuno.  


 

Veneto fortunato: qui anche il penultimo jackpot

Il precedente jackpot del Superenalotto – 93,7 milioni di euro – era finito sempre in Veneto, a Mestrino, nel padovano, il 25 febbraio scorso. Dopo la vincita attesa da mesi e assegnata la sera di martedì 2 agosto nel comune in provincia di Venezia, il concorso ripartirà giovedì 3 con un montepremi stimato di 17,2 milioni di euro.

La tabaccaia: “Spero che i soldi restino a Caorle”

"Non posso neppure immaginare chi abbia vinto ma spero che i soldi restino qui a Caorle – ha dichiarato all'Ansa Jole Filippi, titolare della tabaccheria scelta dalla dea bendata – questa è una città balneare con tanti turisti italiani ma anche stranieri, chiunque può avere vinto". “Potrebbe essere chiunque”, ribadisce la figlia di Jole, Katuscia Mattiuzzi, citata dal quotidiano “Il Gazzettino”. Che conferma: “La schedina fortunata è del tipo 5 Pannelli, quindi da 4,50 euro di valore. Ma ancora non sappiamo quando è stata giocata e a che ora”.

Leggi tutto
Prossimo articolo