Meteo, in arrivo la quarta ondata di caldo dell'estate

Temperature elevate anche a Milano, dove anche a inizio luglio si cercava refrigerio nella fontana di piazza Castello (Fotogramma)
2' di lettura

Sarà un fine settimana bollente in tutta Italia, a causa dell'anticiclone africano. Al Nord, però, non mancheranno i temporali

Il caldo di questi giorni non sarà nulla rispetto a quello che sarà avvertito nella maggior parte del Paese nel weekend. Se l'inizio di settimana è stato accompagnato da temperature elevate ma senza eccessi, da giovedì l'anticiclone africano soppianterà quello delle Azzorre. Risultato: aria bollente sulla Penisola con valori percepiti anche fino a 40°C nel fine settimana. Sono queste le previsioni per i prossimi giorni, secondo le quali dopo un inizio di settimana tutto sommato gradevole ci attende una seconda parte caratterizzata dalla quarta ondata di calore di questa estate.

Caldo record in arrivo

Le previsioni indicano caldo particolarmente intenso in Emilia-Romagna e al Centro-Sud, dove il termometro potrebbe superare i 35-36°C. Il Nord sarà in parte risparmiato, con masse d'aria meno calde d'origine atlantica: in particolare, giovedì e venerdì le regioni settentrionali verranno attraversate dalla coda di una perturbazione nord-atlantica che determinerà un'accentuazione dell'instabilità atmosferica. Cresce quindi il rischio di temporali, soprattutto attorno ai rilievi ma anche nelle zone pianeggianti di Piemonte e Lombardia. Nel fine settimana il caldo sarà una costante lungo tutta la Penisola, con temperature percepite fino a 40°C a causa dell'elevato tasso di umidità. Al Sud splenderà il sole, con punte di 43°C in Sicilia, all'inizio della prossima settimana. Al Nord persisterà qualche area di instabilità. Anche se il rischio temporali dovrebbe essere limitato ad alcune zone alpine.

L'estate 2017 tra le più calde di sempre

L'estate del 2017 si sta giocando il podio tra le più calde di sempre in Italia. Le temperature rilevate sono inferiori al solo 2003 e simili a quelle del 2012 e del 2015. Per la Nasa, a livello globale ci siamo lasciati alle spalle il quarto giugno più caldo dal 1880. Dall'inizio della stagione ben 35 giorni sui 48 in analisi sono stati caratterizzati dalla presenza dell'anticiclone nordafricano. Le ondate di calore sull'Italia sono già state tre: due nel mese di giugno, una nella prima metà di luglio. Cui si aggiunge quella in arrivo nelle prossime ore.

 

Leggi tutto
Prossimo articolo

Tag