Tenta di accoltellare un agente in stazione a Milano, fermato migrante

2' di lettura

L’aggressore era stato notato da alcuni passanti mentre si aggirava con un coltello. All’arrivo dei poliziotti ha reagito colpendo uno di loro, che grazie al giubbotto antiproiettile ha riportato solo una lieve ferita

Un agente di polizia è stato ferito con un'arma da taglio durante un controllo nei pressi della Stazione Centrale di Milano. A colpirlo sarebbe stato un cittadino immigrato, originario della Guinea, che è stato poi arrestato.
L'agente, a quanto si è appreso, è stato protetto dal giubbotto antiproiettile e ha riportato una ferita lievissima. Poi l'aggressore è stato immobilizzato e arrestato.

Girava con un coltello

Secondo le prime ricostruzioni, l'uomo era stato segnalato aggirarsi nella zona della stazione con un coltello. Quando, in piazza Duca D'Aosta, è arrivata una volante, lo straniero - che ha precedenti per lesioni e resistenza - ha reagito aggredendo uno dei due agenti scesi dalla vettura. L’aggressore è stato bloccato e arrestato mentre l'agente è stato portato in codice verde al pronto soccorso.

Aveva un'ordine di espulsione

L’uomo, 31 anni, aveva un ordine di espulsione emesso dal questore di Sondrio lo scorso 4 luglio e precedenti per lesioni, minacce, e resistenza a pubblico ufficiale. "Voglio morire per Allah", avrebbe urlato agli agenti quando lo hanno accompagnato in questura ma, al momento, non risulta che il gesto possa essere riconducibile ad azioni terroristiche. Sono in corso accertamenti per capire i motivi dell'aggressione e per capire se abbia assunto sostanze stupefacenti.

Il precedente

In Stazione Centrale un episodio analogo ai danni di due militari e un poliziotto si era verificato nel maggio scorso

Data ultima modifica 17 luglio 2017 ore 15:50

Leggi tutto
Prossimo articolo