Milano, militare e poliziotto accoltellati dopo controllo in stazione

Controlli a Milano (foto d'archivio)
1' di lettura

Le loro condizioni non sono gravi. La colluttazione sarebbe nata dopo la richiesta di documenti. Fermato l'aggressore: è un 21enne nato a Milano da genitori immigrati

Un poliziotto della Polfer e un militare sono stati feriti questa sera in stazione centrale a Milano con un'arma da taglio, forse un coltello. Uno è stato ferito al collo l'altro alla mano: non sono gravi. E’ successo al piano ammezzato della stazione verso le ore 20 dopo una colluttazione.

Aggressore già fermato

L'aggressore è stato fermato: si tratta di un 21enne nato a Milano da genitori immigrati. Era già stato arrestato a dicembre per droga. All'atto del controllo da parte del militare e dell'agente il giovane ha tirato fuori due coltelli da cucina e li ha feriti. E' stato però subito immobilizzato, quindi arrestato e portato in questura.
Sono ancora in corso accertamenti su di lui ma secondo quanto si è appreso dalla questura, non si tratterebbe di terrorismo ma di criminalità comune.

Chiusi due ingressi della stazione

Due ingressi dello scalo sono stati chiusi e sul posto sono arrivati rinforzi della polizia. Presente anche il questore di Milano Marcello Cardona.

Militare portato al Fatebenefratelli

Le condizioni dei due non sono gravi. Il militare è stato ferito al collo ed è stato portato in codice giallo al Fatebenefratelli. Probabilmente la colluttazione è nata dopo la richiesta di documenti durante un controllo coordinato. 

Migranti, firmato a Milano patto accoglienza diffusa

Leggi tutto