Bimbo investito e ucciso a Roma: arrestato l’automobilista

Il 29enne è stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale (Archivio)
2' di lettura

È un 29enne romeno incensurato. Per lui l'accusa è di omicidio stradale. Il giovane è risultato negativo ai test di alcol e droga

È scattato l’arresto per il 29enne romeno che ieri pomeriggio ha investito e ucciso un bambino di 5 anni alla periferia di Roma. Ad eseguire il provvedimento sono stati gli agenti dei commissariati Porta Maggiore e Tor Pignattara. L’uomo, che secondo le prime informazioni sarebbe risultato negativo ai test dell'alcol e della droga, è accusato di omicidio stradale.

La ricostruzione

La tragedia verso le 17,30 di giovedì 6 luglio in viale Palmiro Togliatti, all’altezza di via delle Mimose, nel popolare rione capitolino di Centocelle. Secondo la ricostruzione della polizia, il 29enne alla guida di un'Audi A3 nera, si sarebbe fermato per permettere ad un gruppo di bambini nomadi di attraversare la strada. Nel ripartire, tuttavia, non si sarebbe accorto della presenza del piccolo.

La corsa all’ospedale

L'investitore, accortosi di quanto era successo, è stato aggredito dai parenti della vittima, poi ha caricato sulla sua macchina il piccolo. Inutile la corsa all'ospedale Vannini: il bambino è morto infatti poco dopo l’impatto. Davanti alla struttura ospedaliera, si sono radunati diversi famigliari, in un crescendo di tensione tenuta sotto controllo da alcune pattuglie della polizia. Dopo gli accertamenti del caso, per l’automobilista, 29enne e incensurato, è scattato l’arresto.

Il reato di omicidio stradale

Il reato di omicidio stradale è entrato in vigore 15 mesi fa, ma, secondo i dati diffusi ieri dalla Polizia Stradale il numero delle vittime sulle strade nei primi sei mesi del 2017 è in aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+7.4%). Il nuovo reato, previsto dall’articolo 589 bis, inasprisce le pene previste per il caso di omcidio derivato da violazione dell’obbligo della strada.

Leggi tutto
Prossimo articolo