La Fiat 500 compie 60 anni: le tappe della storia del "Cinquino"

4' di lettura

Dall'esordio, il 4 luglio del 1957, al successo degli anni Sessanta e Settanta. Simbolo del boom economico, "piccola grande vettura" sogno dei lavoratori, il modello è andato fuori produzione nel 1975, ma si è rinnovato nel 2007

Un’icona che ha accompagnato gli italiani negli anni del boom economico. Si tratta della Fiat 500 che, il 4 luglio, compie 60 anni. Il primo regalo, per l’automobile che ha rappresentato il Bel Paese nel mondo, non poteva che essere internazionale. Il museo di arte moderna di New York, il MoMa, ha infatti deciso di far entrare l'automobile nella sua galleria permanente. Ma questa è solo l'ultima tappa di una storia durata anni. Dai primi modelli di grande successo a quelli più fantasiosi che hanno ispirato gli artisti, tra eleganza e sportività, ecco le tappe principali percorse dal "Cinquino".

L'esordio: una macchina per tutti

La 500 fece il suo esordio sul mercato, il 4 luglio 1957, e si presentò come l’evoluzione della Topolino. Prima di lei era stata ideata la Fiat 600, un modello progettato da Dante Giacosa che costava 590mila lire. Questa vettura, però, non era alla portata di tutti. Vittorio Valletta, all'epoca amministratore delegato di Fiat, chiese allora a Giacosa di realizzare un’auto che fosse accessibile anche agli operai e alla classe media. Nacque così il "Cinquino", venduto a un prezzo di 490mila lire (pari a circa 13 stipendi di un operaio). L’automobile aveva, in origine, solo due posti, oltre che una panca posteriore, e poteva trasportare 70 chili di bagaglio. Negli spot dell’epoca, era stata ribattezzata come "la piccola grande vettura" capace di raggiungere i 90 km/h circa. 

I miglioramenti e il successo

Dopo qualche miglioramento sulla versione iniziale, soprattutto all'abitacolo e al motore, e un abbassamento dei prezzi (fino a 465mila lire,) il successo fu clamoroso e la 500 divenne "il sogno" dei lavoratori: dal 1957 al 1975 vennero prodotti circa quattro milioni di esemplari. Molti i modelli presentati sul mercato nel corso degli anni. Le prime Normale ed Economica, con le migliorie rispetto alla vettura iniziale, segnarono l'inizio del boom delle vendite. Nel 1958, arrivò la Sport con tetto rigido o con mezzo tetto in tela, con più cavalli (21.5) e una livrea bicolore. Un anno dopo fu la volta dei modelli "Trasformabile" e "Tetto apribile", mentre nel 1960 arrivò la Giardiniera, più lunga rispetto alla prima versione. Senza dimenticare la 500 D, quella F (che detiene il record di unità prodotte), e la L, più lussuosa, fino alla R. Poi la produzione, nell’estate del 1975 finì, ma il mito no.

Il ritorno della 500

L’attesa, per rivedere la 500 in produzione, è durata fino al 2007, quando Fiat ha deciso di riportare in vita l’iconico modello. Questa nuova versione, nei suoi dieci anni di vita, ha saputo conquistare due milioni di automobilisti e diversi premi, come il Car of the Year e il Compasso d’oro. Sempre originale, la 500 delle nuove generazioni si è fatta conoscere in versione berlina o cabrio, e con serie speciali come la “500 by Diesel”, la “500 Gucci” o quella con le immagini del Kamasutra ideata da Lapo Elkann lo scorso maggio. I nuovi modelli hanno poi sconfinato nel mondo delle monovolume, con la 500L, e in quello dei crossover, con la 500X. I numeri del "Cinquino", nella sua seconda vita, sono stati da record: è leader di vendita in Europa, al primo posto in otto Paesi e sul podio in altri sei.

Le comparse nei cartoni

Il mito della 500 è soppravvissuto anche nel mondo della fantasia e, in particolare, in quello dei cartoni. Ritroviamo la mitica auto in Cars, dove interpreta il gommista Luigi, e in Cars 2. Il modello compare poi in Lupin III, dove la vettura diventa il mezzo di fuga del ladro e della sua stravagante bandaMa il "Cinquino" appare anche in Dragonball, in una versione rossa fiammante.

I modelli per celebrare l'anniversario

Per celebrare al meglio la "splendida sessantenne" di casa Fiat sono stati pensati dei modelli speciali. Il primo è quello di Fiat 500 60esimo, in tiratura limitata e già presentato al salone di Ginevra. Mentre il secondo è quello di 500 Anniversario, presente in tutte le concessionarie italiane dal 4 luglio che avrà i colori “Arancio Sicilia” e “Verde Riviera”, in omaggio al passato e in pieno stile “sixties”.

Leggi tutto
Prossimo articolo