Terremoto: scossa 3.9 ad Amatrice, la terra trema anche ad Arezzo

L'epicentro della scossa più forte, di magnitudo 3.9, vicino ad Amatrice
2' di lettura

Il sisma, registrato a una profondità di 12 chilometri, è stato avvertito nell'area devastata il 24 agosto e 26 ottobre scorsi. Non sono stati segnalati danni

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 con epicentro a circa 6 chilometri da Amatrice si è verificata la scorsa notte alle 2.25. Il sisma, che si è prodotto a una profondità di 12 chilometri, è stato avvertito nell'area devastata dai terremoti del 24 agosto e del 26 ottobre scorsi, e in particolare a Cittareale (il comune più vicino all'epicentro), ad Accumoli, Montereale, Capitignano, Borbona, Campotosto, Arquata del Tronto, Cagnano Amiterno e Cascia, tutti paesi ricadenti nel raggio di venti chilometri da punto epicentrale, tra le province di Rieti, L'Aquila e Perugia. Non sono segnalati danni.

La scossa più forte è stata seguita da cinque repliche di magnitudo compresa tra 2 e 2.3, l'ultima delle quali alle 4.26. Poco prima, invece, si era registrata una scossa di magnitudo 3.5 sempre nella stessa zona.

La terra ha tremato anche in provincia di Arezzo, a circa due chilometri da Pieve Santo Stefano, dove è stata rilevata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia una scossa di magnitudo 3.1 alle 2.39 della scorsa notte. Anche in questo caso, non si ha notizia di danni.

I video sul sisma nel Centro Italia
Guarda tutti i video

Leggi tutto