Il Dalai Lama torna a Palermo vent’anni dopo l'ultima visita

il Dalai Lama è cittadino onorario della città di Palermo, un riconoscimento che gli è stato tributato nel maggio 1996 (Getty Images)
2' di lettura

Il leader spirituale del Tibet farà tappa in Sicilia durante il tour italiano che lo porterà anche in Toscana, a Firenze e Pisa. Il 18 settembre nel capoluogo siciliano, dove era già stato nel 1996, terrà una conferenza pubblica sull' "educazione alla gioia

Palermo, dopo vent’anni, accoglierà di nuovo il Dalai Lama. Ad annunciarlo il segretario del leader spirituale del Tibet e premio Nobel per la Pace, Ngodup Dorjee, assieme al sindaco del capoluogo siciliano, Leoluca Orlando. La visita farà parte del tour italiano che lo porterà anche in Toscana, a Firenze e Pisa. Tenzin Gyatso è il XIV Dalai Lama e tornerà a Palermo nelle vesti di cittadino onorario, un riconoscimento che gli era stato tributato nel maggio 1996 dallo stesso Leoluca Orlando, allora al suo secondo mandato.

 

L'educazione alla gioia

Il Dalai Lama arriverà in Sicilia il 16 settembre e si recherà a Palermo il 18. La visita è stata organizzata dal Comune del capoluogo siciliano con la collaborazione, tra gli altri, del Centro buddista Muni Gyana che pochi mesi fa ha trovato casa a Pizzo Sella in un bene confiscato alla mafia e assegnato proprio dal Comune. Per organizzare al meglio l’evento, il segretario del leader spirituale che è anche responsabile del Tibet Bureau di Ginevra, ha vagliato le diverse location proposte dal Comune. Gli organizzatori, infatti, si aspettano una grande affluenza in linea con i numeri – 25mila persone da 46 Paesi differenti - che registrò la visita del Dalai Lama a Milano nell’ottobre del 2016. Uno degli eventi più attesi è la conferenza pubblica che il leader spirituale terrà il 18 settembre a Palermo sull' "educazione alla gioia". Il tema dell’incontro, ha fatto sapere lo staff, nasce dal "Libro della gioia", il saggio scritto da Douglas Abrams, sul dialogo tra il Dalai Lama e un altro Nobel per la Pace, l’arcivescovo sudafricano Desmond Tutu. La conferenza, ha spiegato Ngodup Dorjee, sarà l’occasione per trattare i fondamenti validi per tutte le religioni ossia: "La compassione, la pazienza, la tolleranza e l’autodisciplina".

 

La visita del 1996

Il Dalai Lama ha visitato Palermo per la prima volta nel maggio del 1996. In quella occasione, oltre a ricevere la cittadinanza onoraria, aveva presentato insieme a Richard Gere la mostra fotografica che l’attore statunitense aveva realizzato sul Tibet e subito dopo aveva partecipato ad un convegno sui diritti umani. "La presenza del Dalai Lama è un evento storico - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - ma segna anche il 'ritorno a casa' di un palermitano d'eccezione; ed è un privilegio poterlo accogliere nella nostra città, così come oggi appare al mondo, rigenerata e luogo di pace".

Leggi tutto