Omicidio di Alatri, fermata una terza persona

1' di lettura

Si tratta di un ragazzo di 24 anni che per gli inquirenti avrebbe avuto un ruolo attivo durante l'aggressione di Emanuele Morganti

C'è un terzo fermato nell'ambito dell'inchiesta sul pestaggio e la morte di Emanuele Morganti, avvenuto ad Alatri il 26 marzo scorso. Si tratta di un 24enne che è stato fermato nel pomeriggio dalla procura di Frosinone, dopo i fratellastri Mario Castagnacci e Paolo Palmisani, in carcere dal 27 marzo scorso.

 

Secondo il procuratore Giuseppe De Falco, che coordina l'inchiesta, il decreto di fermo si è reso necessario alla luce della "rilevantissima pericolosita'" del giovane che avrebbe avuto un ruolo attivo nelle fasi del'aggressione, e del pericolo che il fermato potesse darsi alla fuga o inquinare le prove. Sono in tutto otto dunque gli indagati (di cui per ora tre in carcere), tutti accusati di omicidio volontario aggravato dai futili motivii. 

 

Presto sarà compiuto un secondo accertamento tecnico dopo l'autopsia sul corpo di Morganti. Si verificherà la presenza di tracce biologiche - sangue della vittima - sulla Skoda blu sulla quale avrebbe sbattuto la testa, una lesione forse decisiva. Gli indagati potranno nominare dei periti di parte per l'esame. 

Leggi tutto