Savona, sequestrata officina che truccava le revisioni. VIDEO

1' di lettura

La polizia stradale ha scoperto un centro revisioni irregolare. Diversi i trucchi, ripresi dalle telecamere degli agenti, usati per far superare le prove ai veicoli non idonei. Macchine e moto controllati in modo non corretto sono stati sequestrati e dovranno rifare i test alla Motorizzazione

La polizia stradale di Savona ha scoperto e sequestrato un centro revisioni irregolare. Nell’officina, così come documentato dai filmati degli agenti, i test non rispettavano i canoni di esecuzione previsti dalla legge e venivano usati dei trucchi per far passare i controlli anche ai veicoli non idonei.

I trucchi utilizzati - Spesso, ad esempio per le prove dei fumi di scarico o dell'efficacia dell'impianto frenante, venivano usati veicoli diversi da quello da revisionare. Veicoli di proprietà della stessa officina. Per la prova all'impianto di illuminazione, poi, veniva usato ogni volta lo stesso faro posizionato su un piantone. La polizia ha anche accertato l’assenza durante le revisioni del titolare, “responsabile tecnico” che dovrebbe essere presente: le sue attestazioni di presenza durante le operazioni, quindi, sarebbero false. In uno dei filmati degli agenti, si vede perfino un pick-up privo del faro posteriore sinistro, del sedile del passeggero e con un pannello in legno al posto del lunotto passare la revisione.

Sequestrati veicoli e officina - L’indagine della polizia è partita dopo una segnalazione di possibili irregolarità nelle revisioni dei veicoli. Dopo due settimane di osservazione, i poliziotti hanno perquisito l’officina e anche le case del titolare dell’attività e dei suoi dipendenti. Il centro revisioni, le attrezzature, gli strumenti e i veicoli di proprietà trovati dentro sono stati sequestrati. Sequestro preventivo anche per macchine e moto revisionati in modo irregolare: dovranno essere sottoposti a nuovi controlli alla Motorizzazione civile. La Provincia di Savona valuterà se ritirare la licenza alla ditta. Da valutare anche la posizione dei proprietari dei veicoli: avendo assistito alle false operazioni di revisione, spiega la polizia, ne hanno di fatto avallato le irregolarità.

Leggi tutto