Protesta taxi, tensione a Milano. Delrio: "Serve regolamentazione"

1' di lettura

Un autista Ncc è stato denunciato per aver puntato una pistola giocattolo contro un gruppo di persone che gli ha imbrattato l'auto di servizio con delle uova in Stazione centrale. Intanto a Roma il servizio è fermo per il quinto giorno consecutivo. Stop anche a Napoli e Torino. Martedì è previsto l'incontro con il ministro

Prosegue il braccio di ferro dei tassisti nelle principali città italiane dopo l’emendamento inserito nel Milleproroghe che, secondo i sindacati di categoria, favorirebbe servizi come Uber e i conducenti a noleggio. La tensione è sfociata in un episodio di nervosismo a Milano.

 

Tensione a Milano - Alcuni tassisti hanno lanciato delle uova contro la vettura guidata da un conducente a nolo che avrebbe reagito estraendo una pistola giocattolo. L’uomo è stato denunciato per minacce dopo aver puntato l'arma finta contro le persone che gli avevano imbrattato l'auto di servizio in piazza Luigi di Savoia. (LE FOTO DEGLI SCIOPERI NEI GIORNI SCORSI)

 

Secondo la ricostruzione, dopo aver accompagnato un cliente, l'uomo sarebbe stato circondato dai tassisti che avrebbero avuto un atteggiamento minaccioso. Per tutta risposta l’autista avrebbe tirato fuori la pistola che poi si è rivelata essere finta. Grazie alla descrizione dell'auto e al numero di targa l'uomo è stato rintracciato poco dopo. Nei giorni scorsi si sono verificati numerosi episodi di aggressioni nei confronti di conducenti Uber, presi di mira con lanci di uova e danneggiamenti ai veicoli. (LE PROTESTE)

 

Prosegue la protesta a Roma - A Roma il servizio taxi è fermo per il quinto giorno consecutivo. Vengono garantiti i servizi per gli utenti disabili e da e per gli ospedali. Domani i sindacati dei tassisti incontreranno Graziano Delrio che, in giornata, ha ricordato l’importanza di “togliere provvisorietà a questa situazione”. Il ministro delle Infrastrutture ha detto: "Dobbiamo sederci e fare una regolamentazione seria, c’è una situazione da lungo tempo non regolamentata. Dobbiamo garantire i diritti dei cittadini e i diritti di chi ha investito sulla propria  azienda, che sono i tassisti”.

 

Stop anche a Napoli - Intanto da questa mattina anche a Napoli scatta lo stop dei taxi. I conducenti hanno trasformato lo stato di agitazione proclamato nei giorni scorsi in una assemblea "spontanea e permanente”. Lo stop riguarda in particolare i principali snodi nei collegamenti in città e si segnalano disagi. Garantite comunque le corse per invalidi, anziani non autosufficienti e medici che debbano raggiungere ospedali e luoghi di cura.

 

Taxi fermi a Torino - Nuovo stop dei tassisti di Torino che hanno deciso di riprendere la protesta, interrotta giovedì pomeriggio. Il blocco spontaneo delle auto bianche riguarda tutta la Città metropolitana, aeroporto compreso, e proseguirà fino all'incontro di martedì col ministro Delrio, al quale saranno presenti delegazioni da varie città italiane.

Leggi tutto