Wwf lancia “Sos Lupo”, la campagna per salvare la specie in Italia

La mongolfiera del Wwf (Getty Images)
3' di lettura

L'associazione animalista ha attivato, fino al prossimo 22 maggio, una raccolta fondi tramite l'sms solidale al 45524 per creare promuovere azioni di salvaguardia e creare strutture sicure sul territorio italiano

Una maratona di solidarietà per i lupi che durerà fino al prossimo 22 maggio. È "Sos Lupo", la nuova campagna del Wwf che invita a salvare una specie che ogni anno viene messa a rischio dall'attività dei bracconieri, dai bocconi avvelenati o dall'impatto con le auto.

Una specie in pericolo

L'organizzaziona animalista ha reso noto che nel nostro Paese ogni anno vengono uccisi circa 300 lupi, pari a circa il 20% dell'intera popolazione sul territorio italiano di questo raro mammifero. Che viene letteralmente perseguitato dai cacciatori di frodo con fucili, trappole illegali o bocconi di cibo avvelenati. E come se ciò non bastasse, sostiene l'associazione internazionale, quelli che riescono a salvarsi dalla caccia, finiscono per morire sotto le vetture degli automobilisti. Sono circa 1600 gli esemplari di lupo che vivono nei grandi spazi verdi italiani, fra i quali ci sono le aree protette che però – avverte il Wwf – non riescono più a rappresentare un luogo siguro per questi animali.

La campagna

Il Wwf invita, dunque, tutti gli amanti degli animali a inviare, fino al prossimo 22 maggio, un sms solidale al 45524. Al costo di 2 euro da cellulare e 5 euro da rete fissa i sostenitori potranno partecipare a una raccolta fondi che servirà a finanziare i controlli sul campo delle Guardie volontarie. Ogni squadra di salvataggio verrà attrezzata con droni che dall'alto permetteranno di sorvegliare le aree più a rischio. Inoltre verrà potenziato l'utilizzo degli sniffer-dog, cani addestrati a scovare le tracce di veleno sparso dai bracconieri. Infine si garantirà l'intervento più importante: la cura degli animali feriti nei centri specializzati. “Il danno è enorme, con grave squilibrio per tutta la fauna nazionale. Se il lupo, grazie anche alle campagne del Wwf condotte sin dagli anni '70, si era salvato dall'estinzione recuperando il suo areale originario, oggi è di nuovo in pericolo e c'è bisogno di uno sforzo straordinario per salvarlo”, avverte in una nota l'associazione.

Percorsi sicuri e aiuti agli allevatori

Sono tanti i punti del programma pensato dall'associazione animalista per salvare il lupo in Italia. I fondi raccolti serviranno anche a realizzare speciali attraversamenti stradali sicuri per lupi e orsi, e a sostenere gli allevatori 'salva-lupo' contribuendo al mantenimento dei cani da guardia più adatti e assistendoli con campi di volontariato e una 'scuola permanente e diffusa' a difesa del lupo per informare, sensibilizzare e coinvolgere i cittadini e le scuole. Il termine della speciale raccolta fondi sarà accompagnato, domenica 21 maggio, da una grande festa nelle le Oasi Wwf che saranno aperte gratuitamente al pubblico per anticipare la Giornata Mondiale della Biodiversità del 22 maggio. Anche in questa occasione il Wwf ha pensato a un grande incontro con i Carabinieri Forestali per celebrare la ricchezza naturale del nostro Paese con eventi in tutta Italia. Le circa 100 aree protette dal Wwf, da nord a sud, insieme a 130 Riserve naturali dello Stato, saranno animate da eventi che coinvolgeranno il pubblico con visite guidate, giochi didattici, liberazioni di animali curati e pronti a tornare nel loro ambiente, esposizioni, momenti culturali, mercatini con prodotti bio e momenti di svago.

Leggi tutto