Cuneo, rissa tra detenuti a Cerialdo: agenti richiamati in servizio

Piemonte

Lo riporta il sindacato di polizia penitenziaria Osapp, secondo cui la rivolta si è conclusa "solo grazie all'intervento del personale di polizia penitenziaria, compreso quello libero dal servizio richiamato in istituto"

Disordini e violenze si sono verificati nel carcere di Cuneo, con scontri tra fazioni di detenuti di diverse nazionalità all'interno della casa circondariale Cerialdo. Lo riporta il sindacato di polizia penitenziaria Osapp, secondo cui la rivolta si è conclusa "solo grazie all'intervento del personale di polizia penitenziaria, compreso quello libero dal servizio richiamato in istituto". 

Gli scontri

Durante gli scontri nessun agente è rimasto ferito mentre un detenuto è stato medicato dopo aver ricevuto un colpo in faccia con un bastone. Si registrano danni alle strutture, con celle inagibili. A scontrarsi detenuti albanesi, marocchini e sudamericani. "I reclusi si sono affrontati - riferisce il sindacato - con lamette da barba, bombole di gas in uso ai fornelli in dotazione, manici di scope". Un assistente capo della penitenziaria, "ha evitato per poco di essere colpito in viso con una lametta da un detenuto che poi ha cercato di aggredirlo con pugni e calci". 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24