Elezioni comunali Torino, Lo Russo e Damilano al ballottaggio

Piemonte
©Ansa

Il dato definitivo del primo turno vede il candidato del centrosinistra Stefano Lo Russo primo col 43,86%, mentre Paolo Damilano, del centrodestra, segue col 38,9%. Il ballottaggio è in programma il 17 e 18 ottobre

Servirà il ballottaggio per stabilire chi sarà il prossimo sindaco di Torino dopo i 5 anni di mandato di Chiara Appendino (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA). Il dato definitivo del primo turno vede il candidato del centrosinistra Stefano Lo Russo in vantaggio col 43,86%, mentre Paolo Damilano, del centrodestra, segue col 38,9%. (TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SUL VOTO - LO SPECIALE ELEZIONI - LE REAZIONI DEI LEADER POLITICI - IL SITO DEL GOVERNO). Niente da fare, invece, per la candidata del Movimento 5 Stelle Valentina Sganga, che si è fermata al 9,01%. Il ballottaggio è in programma il 17 e 18 ottobre. (CHI ERANO I CANDIDATI A TORINO - I RISULTATI A TORINO - AFFLUENZA MAI COSI’ BASSA).

Lo Russo: “Nuova partita ma possiamo farcela”

leggi anche

Elezioni comunali a Torino 2021: chi sono i candidati a sindaco

"Adesso si apre una partita nuova, il nostro avversario è davvero temibile, ma abbiamo la consapevolezza che possiamo davvero farcela e far ripartire la città". Così in conferenza stampa il candidato sindaco per il centrosinistra, Stefano Lo Russo, che ha fatto saper di aver avuto un fitto scambio di messaggi con il segretario del Pd, Enrico Letta: “Abbiamo un appuntamento telefonico più tardi, anche organizzativo. Pensiamo proprio che tornerà a Torino per il ballottaggio”. Poi, in merito alla suddivisione degli incarichi nelle Giunta in caso di elezione, ha risposto: “Il candidato pensa alla squadra di governo quando smette di essere candidato e diventa sindaco. Adesso siamo tutti concentrati a raggiungere l'obiettivo di battere la destra di Salvini e Meloni a Torino”.

Damilano: “Ballottaggio risultato storico”

Anche Damilano ha commentato il risultato del primo turno: ”Abbiamo costretto la sinistra al ballottaggio, un risultato storico perché era vent'anni che non succedeva. Ci è mancato solo l'elettorato: l'astensionismo ci ha penalizzato maggiormente”, ha dichiarato in un’intervista a Sky TG24, dicendosi soddisfatto per il successo della sua lista civica, la più votata nel centrodestra. "Un risultato che ha sorpreso prima di tutto noi e che ci ha gratificato molto - ha sottolineato - Avevo chiesto agli amici e ai cittadini torinesi di unirsi e di creare una lista civica per far vedere che in un momento di difficoltà per la città noi c'eravamo ed eravamo disponibili a dare il nostro aiuto. Il fatto di esserci poi uniti anche con i partiti, ci ha dato grande forza e abbiamo avuto un risultato importante”.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24