Coronavirus, suora positiva: chiusa scuola Domenicane nel Torinese

Piemonte

Da ieri i bambini della primaria paritaria di Moncalieri, come previsto dai protocolli di sicurezza, sono a casa in attesa dei tamponi

Chiusa a Moncalieri (in provincia di Torino) la scuola primaria paritaria delle Domenicane. Il provvedimento è arrivato dopo che un caso di contagio per Covid-19 è stato registrato tra le suore dell’istituto (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO). A partire dalla giornata di ieri, i bambini sono a casa in attesta dei tamponi, come stabilito dai protocolli di sicurezza.

Classi chiuse in scuole nell'Astigiano

Aumentano intanto ad Asti i positivi al coronavirus. Trenta solo ieri pomeriggio e si registra anche un nuovo decesso: si tratta di un 84enne che era ricoverato in Malattie Infettive all'ospedale Cardinal Massaia. A Castello di Annone, 24 contagi sono riconducibili ad un centro di accoglienza per richiedenti asilo, mentre diverse scuole hanno chiuso classi. È il caso della scuola elementare Dante che, dopo una seconda e una quarta, ha chiuso anche una quinta. Due classi chiuse anche alle medie Martiri e Brofferio. Da questa mattina in viale Pilone, ad Asti, è attivo il nuovo hotspot dedicato alle scuole per il servizio tamponi per sospetti casi positivi al Covid-19. Sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle 10.30 alle 15, e il sabato dalle 10 alle 12. La domenica, solo per casi urgenti, si potrà comunque far riferimento alla postazione dell'ospedale cittadino (ingresso da via Pertini, dalle 10 alle 12). Studenti e personale scolastico potranno recarsi a fare il tampone una volta consultato il proprio pediatra o medico di famiglia, che provvederanno a caricare sul portale regionale dedicato al Covid-19 i dati dei soggetti cui verrà eseguito il test. Oltre che nel capoluogo, sono attive sul territorio astigiano altre due postazioni: Casa della salute di Canelli (da lunedì a venerdì, dalle 12 alle 13.30) e Casa della salute di Villafranca d'Asti (da lunedì a venerdì, dalle 12.30 alle 14), che assicurano l'accesso a scuole, prenotati Sisp e cittadini di rientro dall'estero.

Riaperta scola Piossasco: orario ridotto fino a domani

La scuola media Cruto di Piossasco (in provincia di Torino), dopo la chiusura di ieri per un contagio Covid tra il personale in servizio, oggi ha riaperto, ma con orario ridotto, che varrà fino a domani: dalle 8 alle 12. Tutti gli ambienti sono stati sanificati e nelle classi possono tornare gli alunni e i docenti che sono già risultati negativi al tampone.

Studenti positivi, didattica a distanza in liceo a Novi Ligure

Didattica a distanza per due classi del liceo scientifico Amaldi di Novi Ligure (Alessandria). L'ha attivata il dirigente scolastico, Michele Maranzana, dopo la segnalazione di due studenti positivi al Coronavirus. Regolari le altre lezioni. Il provvedimento - deciso dopo la comunicazione arrivata da famiglie e Sisp - riguarda entrambe le sedi di viale Saffi e via Mameli. Sono rimasti a casa anche 14 insegnanti ed è stata eseguita immediatamente la sanificazione dei locali. Il problema che potrebbe scaturire per le scuole non sarebbe tanto di tipo sanitario, ma di coprire le ore di lezione che restano vuote per l'assenza degli insegnanti. Questo comporterebbe, in certi casi, l'attivazione della didattica a distanza anche per le classi non interessate da contagi. Intanto i dati ufficiali indicati dal Comune all'ultimo aggiornamento di ieri segnalano 24 soggetti attualmente positivi residenti in città.

Positivo un alunno ad Acqui Terme, 30 in isolamento

Un caso di positività al Covid-19 è stato rilevato anche in una sezione della scuola media 'Bella'. di Acqui Terme. Lo studente, asintomatico, è stato subito posto in isolamento domiciliare: ha frequentato la scuola fino al 5 ottobre e ha interrotto immediatamente l'attività. L'Asl ha posto in isolamento precauzionale, a partire dall'ultimo contatto stretto con la persona risultata positiva, i 22 ragazzi della sezione e gli 8 operatori. Saranno tutti sottoposti a tampone. Attivata la didattica a distanza per la classe. Non necessario, invece, l'isolamento dei familiari degli studenti, né degli insegnanti e degli alunni delle altre sezioni. "Dobbiamo mantenere alta l'attenzione - dice il sindaco Lorenzo Lucchini - senza però alimentare infondati allarmismi”.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24