Collegno, lavoro in nero in pizzeria: titolare multata per 9mila euro

Piemonte

I carabinieri hanno accertato che alcuni alimenti erano conversati male e in maniera non corretta, che i dipendenti ricevevano gli stipendi in contanti e non con regolare busta paga e che le telecamere installate all’interno del locale erano senza autorizzazione

La titolare di una pizzeria di Collegno (in provincia Torino), è stata multata per circa 9mila euro dai carabinieri nell'ambito dei controlli disposti dal Comando provinciale per la prevenzione e la repressione in materia di lavoro nero e violazione delle norme igienico-sanitarie.

Il lavoro in nero

Numerose le irregolarità riscontate dai militari dell'Arma, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Ispettorato del lavoro e del Nas di Torino. È stato infatti accertato che il pizzaiolo del locale lavorava in nero, che alcuni alimenti erano conservati male e in maniera non corretta e che i dipendenti ricevevano gli stipendi in contanti e non con regolare busta paga. La titolare aveva inoltre fatto installare delle telecamere nel suo locale senza alcuna autorizzazione. Al termine dell'ispezione, i carabinieri hanno sanzionato la donna e l'hanno inviata a regolarizzare la propria posizione.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24