Alessandria, donna incinta di otto mesi muore in ospedale: sette medici indagati

Piemonte
Foto di archivio (ANSA)
ospedale_ansa

Ingrid Vazzola era tornata in pronto soccorso dato che i dolori che accusava da ore non accennavano a passare. È deceduta nel nosocomio poche ore dopo, assieme alla bimba che portava in grembo

Sette medici, due del pronto soccorso e cinque tra ginecologi e anestesisti, sono al momento indagati per la morte di Ingrid Vazzola e della bambina di cui era incinta alla 35esima settimana, avvenuta all'ospedale di Alessandria martedì 18 giugno. Si tratterebbe, secondo quanto si apprende, di un atto dovuto, che consentirà alla Procura di effettuare gli accertamenti del caso dopo che i famigliari della vittima hanno presentato un esposto. I familiari della donna sono assistiti dagli avvocati Francesco Sangiacomo, Gabriella Angela Massa e Vittorio Spallasso. L'incarico per l'autopsia verrà conferito lunedì 24 giugno.

La morte della donna e della bimba

Lunedì sera la donna aveva accusato forti dolori lombari, associati a uno stato di spossatezza e a febbre. Il marito l'aveva accompagnata al pronto soccorso, da dove era stata dimessa nella mattinata di martedì, dopo un periodo di osservazione e monitoraggio in cui le sue condizioni e quelle del bambino erano risultate stabili. I dolori non passavano, così dopo alcune ore la donna, sempre accompagnata dal marito, è tornata in ospedale, dove poco dopo è deceduta assieme alla bambina che portava in grembo. "È stato fatto tutto il possibile per salvarla", ha sostenuto la direzione dell'ospedale, che a sua volta ha avviato un'indagine interna.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24