Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

WhatsApp, dal primo gennaio 2020 non funzionerà più su alcuni smartphone

2' di lettura

Dopo il 31 dicembre l’app di messaggistica sarà inutilizzabile su Windows Phone e Windows Mobile. Sarà soltanto il preludio alla tornata del primo febbraio 2020, che riguarderà anche iOS e Android 

Mancano soltanto poche ore prima che WhatsApp (DIECI COSE DA SAPERE) diventi inutilizzabile su diversi modelli di smartphone di tutto il mondo: quella al via il primo gennaio 2020 sarà soltanto la prima tornata di device che non saranno più in grado di supportare l’app di messaggistica, visto che dall’inizio di febbraio il numero di telefoni coinvolti aumenterà. Inizialmente a farne le spese saranno gli utenti Windows Phone e Windows Mobile: si tratta infatti di sistemi operativi obsoleti, per i quali già da tempo è stato interrotto lo sviluppo. Finora WhatsApp era ancora scaricabile su questi smartphone, anche se con il rischio che alcune funzionalità dell’app risultassero inutilizzabili.

WhatsApp, dall’1 gennaio stop a Windows Phone

Dal primo gennaio 2020 gli utenti di Windows Phone e Windows Mobile dovranno quindi rinunciare a WhatsApp, che non funzionerà più su questi smartphone. L’app di messaggistica aveva già annunciato per tempo la fine del supporto per questi sistemi operativi dal 31 dicembre 2019 in poi, come si legge sull’apposito portale online. In alcuni casi, inoltre, l’app non risultava nemmeno disponibile sul Microsoft Store dopo il primo luglio 2019. Una scelta, quella di WhatsApp, che certamente non stupisce visto che ormai da tempo Microsoft aveva “abbandonato” lo sviluppo di Windows Phone, rendendolo dunque un sistema operativo obsoleto.

Android e iOS: come usare WhatsApp dall’1 febbraio 2020

Come accennato, però, lo stop di WhatsApp al supporto per Windows Phone fungerà da preludio a quanto accadrà a partire dal primo febbraio 2020, quando l’app di messaggistica smetterà di funzionare anche su molti smartphone iOS e Android. Più precisamente, WhatsApp continuerà a essere utilizzabile soltanto sui device con sistema operativo iOS 9, Android OS 4.0.3 o versioni successive. Ciò significa che chi possiede un dispositivo con iOS 8 o Android 2.3.7, o versioni precedenti non avrà altra scelta che aggiornare il software, se possibile, o cambiare telefono.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"